Positano si dimette assessore Salvatore Rispoli

0

L’assessore al turismo del Comune di Positano Salvatore Rispoli, si è dimesso dopo le accuse della minoranza e la richiesta di una commissione di indagine sul suolo pubblico.  “Una campagna strumentale e indegna orchestrata da un componente del gruppo di minoranza.” Dice Rispoli nella lettera di dimissioni. La vicenda a cui si riferisce Rispoli, che è stato, da presidente degli albergatori di Positano,  impegnato in varie battaglie contro le vie del mare e l’inquinamento marino,  è quella delle terrazze del ristorante Buca di Bacco, di proprietà di famiglia, per cui la minoranza ha chiesto si pagasse la Tosap e voleva una commissione di indagine per presunti favoritismi. Il Comune aveva, da parte sua, già attivata la procedura sanzionatoria e il sindaco Domenico Marrone ha attivato la costituzione di una commissione di indagine sul suolo pubblico ma non solo rivolta all’assessore Rispoli, ma a trecentosessanta gradi. Una vicenda che stava tenendo banco da mesi che ha visto le dimissioni di Rispoli depositate ieri mattina. Sul suolo pubblico a Positano non è stato fatto mai un censimento generale per cui vi sono situazioni, dal sottosuolo al soprassuolo, che non sono mai emerse. La minoranza ha sollevato il problema del soprassuolo del ristorante Buca di Bacco, un terrazzo costruito negli anni Sessanta, e l’ufficio tecnico aveva attivato una procedura sanzionatoria richiedendo il pagamento degli ultimi cinque anni. “Nel darvi atto della condizione di assoluta serenità etica e politica che mi assiste – ribadisce Rispoli -, rispetto ed accuse calunniose e in merito ad una condotta amministrativa che, in questo primo anno di esperienza, non mi ha visto godere di alcuna situazione di illegittimo vantaggio o privilegio nei rapporti tra i miei interessi imprenditoriali e il Comune di Positano. Nel dichiarare la più assoluta e incondizionata disponibilità a sottoporre gli atti e comportamenti riferibili alla mia persona ed alla mia famiglia al vaglio del Consiglio Comunale o di qualunque altro organo istituzionalmente competente a condurre un simile controllo. Nel confermare i sensi della profonda stima umana e politica che riservo ad ognuno di voi, per aver verificato quotidianamente l’alto valore etico dei principi che hanno ispirato la nostra Amministrazione. Al dichiarato fine di non produrre alcun pregiudizio all’operato della Giunta provvedo a rimettere nelle mani del Sindaco la delega assessoriale che mi ha riservato più di un anno fa.” Sconcerto fra la maggioranza che non si aspettava quest’atto da parte di Rispoli. “Chiederemo di revocare le sue dimissioni da assessore, però parlo a titolo personale, faremo un incontro di gruppo sulla vicenda – dice Francesco Mascolo, capogruppo di maggioranza al Comune di Positano -, sul comportamento dell’assessore Rispoli non può essere eccepito nulla ed è stato oggetto di attacchi strumentali. Il Comune ha agito nei suoi confronti come un qualsiasi cittadino, il suo ruolo è stato moralmente ineccepibile e la sua sensibilità è dimostrata da quest’atto che spero ritiri.”
”L’ assessore rispoli – dichiara il sindaco Domenico Marrone -, ha compiuto un atto di responsabilita dimettendosi, per porre un limite a questa campagna di strumentalizzazione . sarebbe ora
che la politica si facesse  avendo come obiettivo  gli interessi generali
del paese e non la delegittimazione personale delle persone.”


Michele Cinque