Vico Equense a Seiano muore un ragazzo travolgendo una donna

0

GIUSEPPE DAMIANO – Vico Equense. Ha travolto una donna lungo la strada litoranea del by night, alla Marina di Seiano e, sobbalzando dalla moto, è finito contro una fioriera del marciapiedi. Inutili i tentativi di soccorso prestati nella notte dai sanitari del 118: Antonio Marrone, 25 anni di Moiano di Vico Equense, è deceduto lungo il tragitto che lo separava dall’ospedale «San Leonardo» di Castellammare, a causa delle gravi lesioni interne riportate nell’impatto. Il giovane, pasticciere al noto ristorante la Torre del Saracino di Seiano lascia madre, padre e due sorelle. Nelle prossime ore sulla sua salma sarà eseguito l’esame autoptico. Sono gravi, ma non disperate, invece, le condizioni della donna investita, K.B., 32 anni di Vico Equense, che è ora ricoverata in prognosi riservata all’ospedale cittadino di Castellammare di Stabia: i sanitari le hanno riscontrato traumi vari, contusioni e la frattura dell’osso parietale, nella regione del cranio. Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione di Vico Equense e del nucleo radiomobile della compagnia di Sorrento (coordinati dal capitano Gabriele Barecchia e diretti dal maresciallo Antonio Lezzi), che dovranno chiarire cause e dinamiche dell’incidente. L’ipotesi più accreditata, al momento, è quella dell’alta velocità, anche se, lungo la carreggiata, sono applicati dissuasori e dossi artificiali. Resta, inoltre, da accertare l’utilizzo del casco protettivo da parte del centauro: le versioni di alcuni testimoni sono, infatti, contrastanti. Il tragico impatto è avvenuto all’1.30 di ieri notte sul litorale di Seiano di Vico, uno dei ritrovi più gettonati dal popolo del by night per la presenza di bar, ristoranti e pub: Antonio Marrone, terminato l’orario di lavoro di pasticciere in un noto ristorante della zona, decide per una puntatina in piazzetta a Marina d’Aequa, in sella alla sua moto Honda Varadero. Lungo un’affollatissima via Arcoleo si consuma il dramma: il giovane centauro investe K.B., che si trova ai margini della carreggiata insieme ad un gruppo di amici, forse in procinto di attraversare. L’impatto è violento: Antonio Marrone sobbalza dalla moto (che terminerà, poi, la sua corsa trenta metri dopo), battendo torace e addome contro una fioriera del marciapiedi. La donna, invece, finisce riversa sull’asfalto, dopo un volo di cinque metri. Sul posto si precipitano le ambulanze del 118 che trasportano i due giovani all’ospedale San Leonardo di Castellammare. Ma lungo il tragitto, il cuore di Antonio Marrone smette di battere. K.B., invece, viene ricoverata in stato di choc al nosocomio stabiese: la prognosi è ancora riservata.