Positano matrimonio di Dj Jad degli articolo 31

0

Positano città dei matrimoni, dopo l’attore Peter Weller, è convolato a nozze, ieri, nella Chiesa madre Santa Maria Assunta Luca Perrini, alias  Dj Jad,  componente, assieme a J. Ax, al secolo Alessandro Aleotti, degli  Articolo 31, il gruppo hip pop italiano più famoso e amato dai cultori di questo genere di musica. Un matrimonio quasi tradizionale, al di là della stravaganza del personaggio, che ha scambiato la promessa di amore eterno con la sua amata, Giusy Santoro.  “Mi sono innamorato e ho deciso di unirmi in matrimonio senza pensarci su due volte. E tutto ciò è avvenuto  in meno di un anno. – sottolinea Dj Jad che ha dato l’addio al celibato lunedì sera da Chez Black mentre la futura moglie festeggiava al Music on the rock  – ho scelto Positano  perché sono rimasto letteralmente affascinato dalla bellezza della cittadina costiera, è una perla, grazie anche ad un amico, come Franco D’Angelo, che mi ha aiutato a fare tutto.”.  Dopo la cerimonia religiosa gli sposi, assieme agli amici più cari, hanno offerto un rinfresco al Covo dei Saraceni. E, naturalmente, non poteva mancare anche il dopo cena al Music  on the rocks, per scatenarsi in discoteca e liberare l’adrenalina, così come capita ai concerti della band, famosa proprio per la carica che sa dare attraverso le sue canzoni e i temi affrontati che, il più delle volte, parlano anche di problemi e di lotte sociali . Il gruppo è nato nel 1991 e ha immediatamente conquistato le simpatie del pubblico.  “Abbiamo deciso di chiamarci articolo 31 – hanno più volte evidenziato J. Ax e Jad  – perché, secondo la Costituzione irlandese, è l’articolo che sancisce la libertà di espressione sui media.”


Al matrimonio, celebrato dal parroco di Positano don Giulio Calmiero, oltre agli amici della band e le famiglie, anche il gruppo de “Le vibrazioni”.  Positano si conferma il paese d’eccellenza, in questi giorni al Sirenuse c’era Michael Caine, mentre tre giorni fa al Music on the rock sono state avvistate Marta Marzotto e Lucia Bosè per il compleanno di un noto costruttore napoletano.


Michele Cinque