Positano dice si all´idrovolante

0

Positano dice si all’idrovolante. La perla della Costiera non ha seguito l’esempio di Capri, che ha detto di no all’idrovolante, e l’amministrazione di Domenico Marrone ha detto si con una delibera di Giunta. Positano non sarà raggiungibile  soltanto via terra o per mare, ma anche attraverso un nuovo mezzo di trasporto destinato a soddisfare l’utenza turistica più esigente.


L’iniziativa, che dovrebbe partire anche per tutte le isole della Campania,  è il frutto dell’accordo tra il consorzio Arcipelago Campano, operatori turistici presieduti da Salvatore Lauro, e la società Aquairlines. Il mezzo ha già sorvolato il paese effettuando delle prove tecniche e si prevedono anche degli ammaraggi nelle isole di Ischia e Procida. “A Positano la Giunta ha detto di si in considerazione dei requisiti di questo mezzo – spiega l’assessore al turismo Salvatore Rispoli -, condizionato però alle prove sul rumore e alla individuazione dello specchio d’acqua di ammaraggio che ha richiesto la società Navigando Air alla Capitaneria di Porto. Con le dovute accortenze questo mezzo può essere positivo, il nostro problema per i trasporti via mare è dato piuttosto agli sbarchi, non sono sostenibili tremila persone come domenica scorsa.” Entusiasmo da parte degli albergatori. “L’idrovolante è un mezzo di trasporto ideale per una paese come il nostro che è difficilmente raggiungibile ed è compatibile con l’ambiente – spiega Vito Cinque, titolare dell’hotel San Pietro -, l’idrovolante è silenzio e più economico rispetto agli elicotteri che costano sui 1300 euro a viaggio, poi  non siamo attrezzati per l’atterraggio di elicotteri, bisogna solo individuare bene lo specchio d’acqua. In Canada, che è uno dei paesi che rispetta di più l’ambiente al mondo, sono usati quotidianamente.” La flotta iniziale sarà composta da aerei anfibi Cessna Caravan C208 e un C206 Questi aerei sono Idrovolanti Anfibi e possono quindi atterrare sia su pista che in acqua, rendendo possibile attraverso voli charter e a domanda, il trasferimento diretto a chi arriva sugli aeroporti italiani verso l’isola desiderata, il porto, la spiaggia o anche la propria barca. Il Cessna Caravan è sicuramente l’aeromobile di punta, dal momento che è il più grande idrovolante monomotore al momento in produzione: è dotato di aria condizionata e dispone di larghi finestrini posti al di sotto del livello delle ali che permettono a tutti i passeggeri di poter vedere chiaramente gli scenari e le zone sorvolate, è alimentato da un motore a turbina tipo Pratt and Whitney 675 cavalli ed è in grado di trasportare nove passeggeri più i bagagli per oltre 300 miglia, oppure quattro passeggeri per oltre 1000 miglia.


Michele Cinque