Cetara fatta la Giunta

0

CETARA L’Amministrazione comunale si mette al lavoro. Nella caratteristica cittadina costiera, dopo le elezioni, è tempo di passare ai fatti. E, perciò, il neo sindaco Secondo Squizzato, rappresentante della Margherita, ha già varato la Giunta che dovrà guidare il paese per il prossimo quinquennio. L’esecutivo, così come la composizione del gruppo “Cetara nuova”, è espressione del centro sinistra. Tutti i consiglieri eletti, comunque, hanno ottenuto degli incarichi, proprio per far sì che ciascuno possa mettere a disposizione dell’amministrazione la propria esperienza e la  competenza professionale. A fare da vice al primo cittadino è Fortunato Della Monica (Democratici di sinistra), assessore uscente, che è risultato pure il più votato con ben duecentoventi preferenze. A Della Monica sono state conferite le deleghe dei servizi alla persona, associazionismo, volontariato,  fondi comunitari, regionali e nazionali. Dell’esecutivo fanno parte anche Vincenzo Piscino (Sdi), il quale si occuperà di turismo, sport, spettacolo, tempo libero e sanità, Luigi Carobene (area Ds), che dovrà interessarsi di mobilità, parcheggi, polizia municipale e demanio marittimo, Francesco Pappalardo (Margherita), che curerà la programmazione economica, le attività produttive, i lavori pubblici e le infrastrutture. Dalla Giunta è rimasto fuori il sindaco uscente Francesco Liguori, al quale è stata attribuita la delega all’area cimiteriale e igiene urbana e, con ogni probabilità, sarà uno dei designati dalla maggioranza a far parte della Comunità montana “Penisola amalfitana”. Deleghe pure agli altri consiglieri eletti di “Cetara nuova” e, precisamente, a Francesco Casaburi, Vincenzo Pappalardo e Alfonso Galano. Tutti gli incarichi, così come era evidente anche all’indomani delle elezioni, sono stati affidati ad interni. Il sindaco, Secondo Squizzato, da parte sua, si è riservato le competenze relative al personale, servizi comunali, rapporti con enti e istituzioni, urbanistica, ambiente, protezione civile, trasparenza, partecipazione, attività culturali e istruzione. Con il varo della Giunta, dunque, si va a completare il mosaico iniziato con la vittoria della elezioni comunali. Adesso ci si dovrà rimboccare le maniche per portare a termine tutti gli obiettivi in programma. Tra le priorità, soprattutto in vista dell’alta stagione turistica, c’è la rivisitazione degli ormeggi nell’area portuale, per dare maggiore ricettività alle imbarcazioni da diporto.