Positano molo agibile martedi

0

Martedì il molo di Positano sarà finalmente agibile. La perla della Costiera è rimasta fuori dalle vie del mare per due mesi a causa dei ritardi dei lavori, anche se tutte le locandine del Metrò del Mare in circolazione, e fino a poco tempo fa anche il sito, prevedevano le corse come esistenti, ma questo sarà l’ultimo fine settimana senza attracchi.


Per lunedì l’ultimo intervento per il quale occorre l’arrivo di un pontone, che ieri non era disponibile. Bisogna dragare il fondo, che al momento arriva a due metri e cinquanta, quindi non in sicurezza, e togliere alcuni massi. Mezza giornata di lavoro e poi il pontone porterà via materiale ed attrezzi rimasti sul molo che potrà finalmente essere inaugurato, quindi per mercoledì, per coincidenza alla vigilia di San Vito, il Santo protettore di Positano, si dovrebbero attivare finalmente le vie del mare.


“Il molo è praticamente completo, almeno per la parte che riguarda i lavori che si stavano effettuando e quindi pronto allo sbarco finalmente – spiega Salvatore Cuccurullo, assessore alla mobilita del Comune di Positano -, ma per noi l’appuntamento importante è lunedì mattina abbiamo un incontro alla Regione riguardo la limitazione agli sbarchi, ridurre le corse di linea non basta, il problema sono gli sbarchi occasionali,  sono quelli occasionali che creano, quando sono al di fuori del limite, problemi alla sostenibilità della vivibilità del paese.”


“Era ora che si risolvesse il problema del molo dissestato – riflette il presidente dell’associazione Posidonia Vito Casola -, in piena estate con molo con un cantiere aperto e gli sbarchi dei privati che avvenivano in condizioni indegne di un paese come il nostro sulla spiaggia, ma ora bisogna pensare ad evitare l’afflusso indiscriminato che ci strozzerebbe, poi chi controllerà gli sbarchi?.”


“Vi sono grossi interessi sulle vie del mare, ma cerchiamo di far capire che ne va della nostra vivibilità alla Regione – dice Salvatore Cuccurullo -. Abbiamo degli studi sulla compatibilità degli sbarchi che creerebbero all’interno del paese il paralisi della stessa mobilità pedonale, con una vera e propria emergenza di ordine pubblico e sicurezza. Intanto per i controlli vi sono tre operatori della Capitaneria di Porto che sono stati ospitati dall’Associazione Albergatori di Positano e attiveremo associazioni di protezione civile per monitorare gli sbarchi.” “Non sono convinto della bontà di questo intervento e delle prospettive future – dice il consigliere di opposizione Michele De Lucia -. Il ritardo è indegno, e il molo sarà attivo solo per la parte a levante, a levante l’altrà metà è ancora rovinata, la stessa progettazione ha portato a far si che i lavori abbiano uno sbalzo con un pendio evidente ad occhio nudo.” “Ci siamo attivati per dare un approdo a Positano facendo il possibile – spiega Cuccurullo – a ottobre verranno fatti i lavori per l’altro lotto e per la riqualificazione del molo con servizi e strutture.”

Michele Cinque

Lascia una risposta