Ravello polemiche per convegno Anci

0

Ravello. Polemica a Ravello per una iniziativa pubblica  dell’Anci per il superamento per il terzo mandato dei sindaci per sabato sei maggio a Ravello, in piena campagna elettorale. “Mi sembra scorretta e poco opportuna un’iniziativa del genere in piazza durante la campagna elettorale – dice l’avvocato Salvatore De Martino,  un candidato consigliere, ed ex sindaco, che si contrappone ad Amalfitano -, non riusciamo a capire come si possa parlare di legalità proprio sfidando la legge, se la legge è sbagliata si fanno delle iniziative per cambiarla non la si sfida, che messaggio si dà alla cittadinanza? “. Amalfitano, che è l’unico sindaco a candidarsi per il terzo mandato nella provincia di Salerno,  con Amelia Viterale del comune di Alfano, pochi in Campania a seguire l’esempio, i sindaci di Casalbore, Siringano, Santo Stefano del Sole e Mugnano del Cardinale, in provincia di Avellino, Pesco Sannita, in provincia di Benevento, Dragoni, in provincia di Caserta


Amalfitano avrà l’appoggio dell’ANCI finalizzato all’eliminazione del limite di mandato per i Sindaci. Al fine di sostenere i numerosi Amministratori che, da nord a sud ed in modo assolutamente trasversale ai partiti politici, si sono ricandidati per la terza volta consecutiva, e’ stata indetta una ‘’Pubblica iniziativa per il superamento del limite di mandato per i Sindaci’’, che si svolgera’ sabato 6 maggio, con inizio alle ore 20, a Ravello in Piazza Duomo. Saranno presenti Amministratori locali ed esponenti politici, nonche’ numerosi Sindaci e Coordinatori regionali della Consulta Piccoli Comuni dell’ANCI. In particolare, oltre alla presenza del Presidente ANCI Leonardo Domenici, e’ prevista la partecipazione dell’Europarlamentare Renato Brunetta, dell’On. Giuseppe Fioroni, dell’Assessore della Regione Campania Andrea Abbamonte, del Consigliere regionale della Campania Guglielmo Vaccaro, del Sindaco di Foggia-Vice Presidente ANCI Orazio Ciliberti, del Sindaco di Salerano Canavese Elio Ottino e del Coordinatore Nazionale della Consulta ANCI Piccoli Comuni nonche’ Sindaco di Ravello, Secondo Amalfitano. ‘’In considerazione della rilevanza dell’iniziativa – scrive Domenici in una lettera/invito indirizzata a tutti i Sindaci dei Comuni interessati dalla questione – sono certo di poterti incontrare in tale occasione anche per poter definire insieme una proposta legislativa organica e risolutiva della questione’’.


Ma in Costiera l’unico altro sindaco al terzo mandato non si è candidato. “Ritengo che la legge vada rispettata, bisogna prima cambiarla invece di sfidarla – spiega Gaetano Frate, sindaco uscente di Conca dei Marini che non si è ricandidato per la terza volta -, ognuno è libero di fare le sue scelte e di ritenere che una legge sia sbagliata, ma non è un buon esempio dato al cittadino il ricandidarsi anche se la norma lo vieta.”


“Bisognerebbe evitare il terzo solo nei grandi comuni – dice Raffaele Esposito, responsabile del settore turismo Anci e vicepresidente regionale -, anche in perché è difficile trovare persone con l’esperienza adeguata e la volontà per poter affrontare i problemi che comporta il gestire i piccoli comuni.”


”L’ANCI – ha detto Amalfitano  – e’ la Associazione che rappresenta tutti i Comuni italiani nelle sedi ufficiali. I suoi associati sono la quasi totalita’ dei Comuni italiani. Le sue battaglie, sono quelle di tutte le amministrazioni comunali del Paese. Sgombrato quindi il campo da possibili confusioni, sul tema del mandato dei Sindaci sarebbe opportuno che tutti lavorassero assieme, perche’ il successo di quella che noi chiamiamo ‘una battaglia di civilta’’, ovvero la eliminazione di questo odioso limite imposto solo negli enti locali, non sarebbe un successo dell’ANCI o di altri soggetti, bensi’ dei cittadini tutti, che potrebbero finalmente scegliere in piena liberta’ a chi affidare la amministrazione del loro Comune”.

Michele Cinque