NOCELLE CHIUDE IL SEGGIO

0

Nocelle va a votare con il resto di Positano, il piccolo villaggio della perla della Costiera torna a votare nei seggi centrali del paese, quello di Montepertuso, il numero 4. Cento votanti arroccati a 450 metri sul mare, avevano un seggio tutto loro a causa dell’isolamento dovuto alla mancanza della costruzione della strada rotabile. Strada che è arrivata da un quinquennio, dopo memorabili proteste, fra le quali anche scioperi del voto ad oltranza,  e quindi il seggio non era più necessario, anzi si creava anche un problema di trasparenza nel voto perché, secondo alcuni esposti arrivati sul tavolo del Prefetto l’anno scorso, a Nocelle quasi sempre i voti venivano prestabiliti dalle famiglie e facilmente individuabili, a causa dello scarno numero di elettori. Il seggio, che si trovava nel plesso scolastico, sulla piazzetta del paese, era uno dei più ambiti dagli scrutatori che si godevano giornate rilassate al sole, il lavoro era ridotto all’osso, mentre negli altri seggi i votanti arrivavano sui novecento, ora al posto del plesso scolastico, pure esso deserto perché i giovani di Nocelle vanno a studiare nelle scuole della vicina frazione di Montepertuso, ci sarà un centro guide finanziato dal Parco dei Monti Lattari. Un risparmio per lo stato con un seggio in meno e tanta nostalgia per alcuni nocellesi, attaccati al loro seggio, e per gli scrutatori che passavano giornate meno stressanti degli altri che stavano giù in paese.
Mi. Ci.