Buon S. Valentino

0

 



La storia di San Valentino


San Valentino nacque a Terni, nel 175 dopo Cristo. Si dedicò alla conversione dei pagani e alla predicazione del vangelo. A causa della sua fede, fu arrestato e condotto dall’Imperatore Claudio, che cercò di convincerlo a ritornare alla fede pagana. Valentino non si lasciò convincere, ma fece comunque una buona impressione all’Imperatore che lo affidò a un nobile romano.
La leggenda dice che la figlia del nobile riacquistò la vista grazie ad un prodigio del Santo e che in seguito al miracolo tutta la famiglia si convertì al Cristianesimo. Seguendo il loro esempio, molti nobili romani abbandonarono il paganesimo per la nuova religione.
Si narra anche che San Valentino avesse molto a cuore gli innamorati che trovavano in lui un amico fidato e un buon consigliere. Pare che fu il Santo a celebrare il primo matrimonio tra un pagano e una cristiana.
San Valentino non sopravisse ad un secondo arresto, durante le persecuzioni dell’Imperatore Aureliano, e fu martirizzato nel 273 dopo cristo.


 Sei la mia schiavitù sei la mia libertà sei la mia carne che brucia come la nuda carne delle notti d’ estate sei la mia patria tu, coi riflessi verdi dei tuoi occhi tu, alta e vittoriosa sei la mia nostalgia di saperti inaccessibile nel momento stesso in cui ti afferro.

Poesia d’amore di Nazim Hikmet |





Quando l’amore vi chiama, seguitelo. Anche se le sue vie sono dure e scoscese. E quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui. Anche se la sua lama, nascosta tra le piume vi può ferire. E quando vi parla, abbiate fede in lui. Anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni come il vento del nord devasta il giardino. Poiché l’amore come vi incorona così vi crocefigge. E come vi fa fiorire così vi reciderà.

Poesia d’amore di Kahlil Gibran |





Un bacio può durare un secondo, Poi ridi e lo dimentichi, Una carezza può durare un secondo, Poi ridi e lo dimentichi, Una parola può durare un secondo, Poi ridi e lo dimentichi, Un tuo sguardo può durare un secondo, poi penso, e lo ricordo per sempre.

Poesia d’amore Michele De Lucia





Se devi amarmi, per null’altro sia se non che per amore; non dire mai: L’amo per il sorriso, per lo sguardo, la gentilezza del parlare, il modo di pensare conforme al mio, che mi rese sereno un giorno. Queste son tutte cose che posson mutare, Amato, in sé o per te, e un amore così sorto potrebbe poi morire. E non amarmi per pietà di lacrime che bagnino il mio volto. Può scordare il pianto chi ebbe a lungo il tuo conforto, e perderti. Soltanto per amore amami – e sempre, per l’eternità.

Poesia d’amore di E.B. Browning |





Come il cibo alla vita sei per me, come alla terra acquazzoni di maggio, e per tuo amore così mi tormento come per l’oro suo pena l’avaro che del possesso ora esulta, ma già teme che i suoi tesori involi il tempo: e ora bramo di starti unico accanto ora che il mondo ammiri il mio piacere, sazio talor soltanto del vederti, poi subito affamato di uno sguardo; e non v’è gioia ch’io tenga o insegua, se da te non l’attendo o non m’avanza. Così divoro e languo ognor, vorace Tutto afferrando o morendo di fame.

Poesia d’amore di William Shakespeare |






Fiori, con i fiori, con le rose a San Valentino non ci si sbaglia mai  sia se a regalarli sono gli uomini sia se sono le donne.   E poi gli uomini sono sempre più vanitosi delle donne…Buon San Valentino


                                                       Michele De Lucia