Sorrento e la sua penisola

0

L’avvocato Antonino Cuomo continua il suo laborioso cammino nel mondo della cultura sorrentina, alla quale da decenni si dedica raccogliendo tutte le notizie possibili sui personaggi che ne hanno animato la vita culturale e che hanno contribuito a rendere il nome di Sorrento conosciuto,  apprezzato in tutto il mondo.


Ultima fatica di questo nostro eclettico personaggio è il volume di ” Sorrento e la sua penisola “ edito da Nicola Longobardi che  da anni pubblica le opere più interessanti di Antonino Cuomo. come quest’ultima che raccoglie le incisioni dalle piante ai valloni, dalle porte ai panorama, dalla casa del Tasso alle marine.


La prefazione è stata affidata a Pietro Gargano, Atanasio Mozzillo, Lucio Fino e Nicola Lazzaro. Nel corso della presentazione nella Sala Consiliare del Comune di Sorrento l’avvocato Cuomo ha confessato che risale ad un trentennio la sua passione per le stampe sorrentine. Sorrento è una terra singolare e ammirarla dal mare costituisce per i viaggiatori del passato e quelli di oggi una propria magia, un’apparizione di una bellezza indicibile. Il sindaco Marco Fiorentino e il vicesindaco Gaetano Milano hanno sottolineato la vitalità di Cuomo e l’attaccamento straordinario ad un lavoro impegnativo per evidenziare la bellezza della propria città. e valorizzarne lo straordinario patrimonio storico fatto appunto di cultura, natura e per questo richiede da parte dei suoi cittadini un gran senso di responsabilità. soprattutto di chi ha il compito di amministrare.


La cultura è un valore aggiunto e bisogna usarlo coinvolgendo l’amministrazione che deve appoggiare tali ricerche e l’impegno serio.


La manifestazione è stata coordinata dalla giornalista Giuliana Gargiulo, sempre presente ed attenta al lavoro di Cuomo verso il quale ha avuto parole di elogio “ Per la passione che trasfonde nelle sue ricerche, passione che porta molto lontano e che dà coraggio, tenacia e che sconfigge l’indifferenza di tanti che trascurano quanto li circonda e non lo tutelano. Il libri che Nino Cuomo ha donato ai suoi concittadini costituiscono un grande patrimonio.”
L’avvocato Cuomo ha spiegato anche che molte stampe sono “a rovescio” con sfondi non sorrentini e costituiscono una vera rarità”  Un appassionato di stampe – ha proseguito – può conoscere tutto su Sorrento appunto dalle incisioni ed io ho dato la possibilità ai lettori attenti ed appassionati di inoltrarsi in questa storia di questa fantastica città che in passato aveva solo piccole locande e nove grandi alberghi , ma che ha sempre attirato l’attenzione e l’interesse di grandi pittori, incisori, letterati irretiti dal suo fascino.
Tra il pubblico erano presenti i pittori Renato e Bruno Balsamo, Di Maio, Giovanni Paturzo il presidente del Tribunale di Torre Annunziata Antonio Greco, Cecilia Coppola presidente della Cypraea, e tanti appassionati dell’arte dell’incisione e della storia di Sorrento e i giovani nipoti dell’avvocato Cuomo, ai quali sarà affidato il compito di continuare la passione del nonno per la sua Sorrento .


 

Lascia una risposta