Intervista al nuovo Presidente degli Albergatori

0

Intervistiamo Vito Cinque il nuovo presidente degli albergatori di Positano. Il patron dell’hotel San Pietro di Positano, il miglior albergo del mondo, secondo alcune riviste americane, è stato nominato presidente degli associazioni albergatori di Positano dopo le dimissioni di Salvatore Rispoli, patron dell’hotel Buca di Bacco, che ha rivestito questo ruolo per più di dieci anni. Rispoli, che è diventato assessore al turismo con l’amministrazione di Domenico Marrone,  rimarrà nel direttivo come vicepresidente.


“Non è il presidente che conta ma è tutta l’associazione, i presidenti devono carpire le necessità di tutta la categoria – dice Vito Cinque -. Come associazione vogliamo far si che gli albergatori diventino un punto di riferimento per il paese per far si che si realizzino delle cose dettate dal buon senso, in quanto forza produttiva del paese intendiamo contribuire al miglioramento del paese, una forza interlocutoria non una lobby, non siamo un centro di potere. Non vorrei però neanche che l’associazione serva solo per fare delle riunioni senza un nulla di fatto, bisogna affrontare i problemi e trovare le soluzioni concretamente.”


A proposito di problemi, Positano è ancora piena eppure molti chiuderanno a novembre, perché non provare a prolungare la stagione turistica?


“Il prolungamento della stagione turistica è un obiettivo che si può raggiungere, a Positano il turismo è nato nel periodo invernale se è per questo. Ma si devono creare le condizioni per poter fare ciò, bisogna mettere anche le strutture in grado di lavorare altrimenti le si manda incontra al suicidio finanziario. Non si può chiedere a tutti di essere aperti se non vi sono manifestazioni o iniziative, se non si creano gli eventi e le condizioni. Positano è una meta attrattiva se è per questo è potrebbe lavorare anche d’inverno, ma se non vi sono le condizioni le imprese muoiono se rimangono aperte d’inverno.”


Verranno continuate le battaglie contro le vie del mare e gli autobus?


“Vogliamo fare battaglie giuste, ma nessuna polemica, solo proposte concrete e la ricerca di soluzioni. E’ fondamentale l’impegno dell’associazione per la vivibilità del nostro paese, anche se ci troviamo di  fronte a grosse problematiche politiche dove spesso ci troviamo contro un muro e mi riferisco in particolare agli attracchi indiscriminati via mare, ma anche agli autobus turistici che paralizzano letteralmente la Costiera Amalfitana danneggiando non solo il turismo ma la vivibilità in geerale. Sono tutte tematiche che verranno portate avanti da tutti nell’interesse del settore che è trainante per l’economia del paese.”


Ci sono venti di crisi anche a  Positano?


“Siamo nel mondo e la crisi è mondiale, ma Positano rimane ancora una delle mete più ambite del turismo internazionale, qui la crisi si tocca di meno, ma bisogna prepararsi comunque ad affrontarla.”


 


Michele Cinque


 

Lascia una risposta