CITTA DI PIANO. L´UNIVERSITà DELLE TRE ETà PRESENTA COME L´ONDA ROMANZO DI ROSANNA FERRAIUOLO

0

 Mercoledi 5 febbraio 2014, presso il Centro culturale di via delle Rose, nella sede dell’Unitre penisola sorrentina, sarà presentato il nuovo romanzo di Rosanna Ferraiuolo.
Un tenero amarcord, pieno di lirismo,  tra spiagge piene di sole,in un Sud degli anni 50 e la Provenza, 
scintillante di fiori di lavanda.  La seconda opera di Rosanna Ferraiuolo coglie ancora nel segno, sciorinando un ricordo dopo l’altro. Un’infanzia felice,con il suo inconfondibile proseggiare. Tante sensazioni, tante immagini, oltre il velo di melanconia, che è la costante della sua scrittura.  Ci restituisce incontri, dialoghi,piccole scene di vita familiare , situazioni quotidiane di una ragazzina che si avvicina pian piano alla vita da adulta. Ma non c’ è quella fretta delle ragazzine di oggi, pronte a copiare i modelli delle star. La piccola e vivace protagonista di questo romanzo  sa ascoltare e fare domande con immutata ingenuità. Rispettosa della saggezza dei nonni, divertita protagonista di viaggi  oltr’Alpe, dall’Italia alla Francia coi suoi genitori in visita dai nonni francesi.
 

 Mercoledi 5 febbraio 2014, presso il Centro culturale di via delle Rose, nella sede dell’Unitre penisola sorrentina, sarà presentato il nuovo romanzo di Rosanna Ferraiuolo.

Un tenero amarcord, pieno di lirismo,  tra spiagge piene di sole,in un Sud degli anni 50 e la Provenza, 

scintillante di fiori di lavanda.  La seconda opera di Rosanna Ferraiuolo coglie ancora nel segno, sciorinando un ricordo dopo l’altro. Un’infanzia felice,con il suo inconfondibile proseggiare. Tante sensazioni, tante immagini, oltre il velo di melanconia, che è la costante della sua scrittura.  Ci restituisce incontri, dialoghi,piccole scene di vita familiare , situazioni quotidiane di una ragazzina che si avvicina pian piano alla vita da adulta. Ma non c’ è quella fretta delle ragazzine di oggi, pronte a copiare i modelli delle star. La piccola e vivace protagonista di questo romanzo  sa ascoltare e fare domande con immutata ingenuità. Rispettosa della saggezza dei nonni, divertita protagonista di viaggi  oltr’Alpe, dall’Italia alla Francia coi suoi genitori in visita dai nonni francesi.

 

Lascia una risposta