Massa Lubrense autogol del sindaco Gargiulo che sfida il blogger Acone

0

  Massa Lubrense autogol del sindaco Gargiulo che sfida il blogger Acone. Si vede che il sindaco di Massa Lubrense ha altro a cui pensare, invece delle condizioni delle strade e l’illuminazone pubblica, per esempio. Sembra una barzelletta, invece viene rportato sulla stampa locale che il sindaco Leone Gargiulo sfida a un confronto diretto il blogger Lello Acone che sul blog e sui  social network denuncia puntualmente i disservizi del paese, facendo “questo si”, un “servizio”. Con quest’opera di segnalazione Acone, che fra l’altro non è neanche particolarmente aggressivo su temi caldi come il progetto devastante di  Marina della Lobra per esempio, Acone dovrebbe essere addirittura pagato dall’amministrazione.. Insomma non è un dovere dei funzionari tenere con la diligenza del buon padre di famiglia la “Res” pubblica? E non sta nella diligenza del Comune dover individuare i disservizi e segnalarli a chi di dovere? Se esiste chi lo fa per essi il confronto pubblico Leone dovrebbe farlo con i responsabili di questi disservizi non con chi li segnala. In ogni caso il confronto Leone Gargiulo dovrà farlo non solo con Lello Acone ma con tutti i cittadini e le forze sociali del paese alle quali lui non fa altro che dare voce. Positanonews il quotidiano della Penisola sorrentina e Costiera amalfitana, sul quale pure Acone pubblica,  ci sarà, chiunque fa informazione sul territorio a questo punto è chiamato a confrontarsi  

Ecco cosa scrive Lello Acone: Dopo aver letto Agorà stamattina l’articolo che mi riguarda, ovvero dell’incontro pubblico al quale Leone mi ha invitato, poi lo pubblicherò, quelli sono i sentimenti che ho provato, incredulità perchè con tutto quel che ha da fare il nostro Sindaco mi invita ad un incontro pubblico, incontro pubblico che avrebbero dovuti farli periodicamente con la gente come si faceva ai tempi dei Sindaci Gargiulo padre o Mosca e non solo adesso perchè, e non capisco il motivo, dopo aver letto dei miei ultimi interventi sulle interruzioni del servizio di Pubblica Illuminazione (e ringrazio ancora l’assessore Lello Staiano che ci ha ampiamente illustrato al riguardo, l’avrebbe potuto far Lui come in altre occasioni ha fatto) o perchè ho dato il via ad una raccolta pubblica di firme (e già tanti fogli son pieni) per chiedere ai nostri amministratori di rispetatre la promessa di aree verdi pubbliche per i nostri figli e credo che così facendo non ho offeso nessuno ma solo esercitato un diritto dei cittadini in una democrazia o a Massa non esiste?; dispiacere perchè non capisco questa guerra anche senza armi da parte del Primo cittadino contro l’ultimo, reo solo di avere un sito con le cui sue pagine cerca di far conoscere ai suoi concittadini, ed ai tanti massesi ed ai loro figli che magari Massa l’han vista solo in foto od immaginata dai racconti dei loro genitori che l’han dovuta lasciare per amore o per lavoro, tutto quello che avviene a Massa, molto di bello, poco di brutto come questo spiacevole episodio che auguro a Leone di far rientrare perchè in effetti noi due siam sulla stessa barca, ci conosciamo da sempre, vogliam bene a Massa ed in fondo stiam dicendo, o scrivendo le stesse cose, e che da anni porta avanti le segnlazioni dei cittadini e che spesso proprio grazie alla visibilità che si dà ad esse trovano soluzione, sito che viene riconosciuto da tanti come un servizio prezioso per la cittadinanza ( e solo io so quanto tempo torno alla famiglia ed aglia ltri miei interesse per tenerlo aggiornato) solo per fare qualche esempio, i nostri parroci ed i Dirigenti scolastici, esponenti di minoranza e maggioranza della nostra amministrazione, onorevoli come Raffaele Lauro o giornalisti come Carlo Franco, ed infine onorato perchè comunque quest’invito che probabilmente accetterò non fa che comunque rendere atto dell’importanza delle mie pagine per Massa ed i massesi. In questo momento a dire il vero mi sento un po’ come Davide contro Golia ma a differenza di quella vicenda biblica qua il lieto fine non è previsto, da esperto politicante Leone ne farà un solo boccone di Lello ma probabilmente come dicevo ci andrò lo stesso e sarebbe bello se in quella circostanza mi facessero sentire il loro calore tutti quei cittadini ai quali ho dato voce in tutti questi anni…. In ogni caso poi pubblicherò l’articolo apparso oggi sul sito invitando tutti Voi a mandarmi le loro domande che farò al sindaco in Loro vece. Son comunque contento che dopo dieci anni di amministrazione il nostro sindaco darà vita ad un incontro pubblico e dopo l’incontro da me chiesto ed ottenuto con Lello Staiano, al quale poi si unirono tanti altri amministratori, tra i quali lo stesso Leone, nella congrega di s.Agata proprio in virtù degli incontri mai tenuti con i cittadini, sarà la seconda volta che si terrà un incontro pubblico grazie a me. Che poi ne uscirò con le ossa rotte fa niente, l’importante è che il nostro sindaco scenda tra la gente e di questo lo ringrazio sin d’ora pubblicamente e poi in privato quando lo vedrò a quattr’occhi. p.s. e siccome pare che la reazione del sindaco sia scaturita dal fatto di citar spesso sulle mie pagine Torca come abbandonata da questa Amministrazione nonostante sia sempre stata la frazione che ne abbia decretato la vittoria alle elezioni invito il Sindaco a Torca a farsi un giro quando piove o c’è vento come oggi con la pensilina in piazza per gli studenti che aspettan lo scuolabus che, come quella di Sant’Agata d’altronde, non ripara un bel niente o con tutte le strade che sembran fiumi, la gente che torna a casa con l’acqua dentro le scarpe e pensate a quando i bimbi vanno a scuola e devono tenere tutto il giorno i piedini bagnati e non venitemi a dire che anche i tombini son stati sabotati……….