Salerno a casa Sanremo

0

 Luca Visconti
Si legge Casa Sanremo ma si potrà chiamare Casa Salerno. La piattaforma ideata dal Consorzio Gruppo Eventi per ospitare gli eventi collaterali dalla famosa kermesse canora, diventerà una location dove le eccellenze del nostro territorio potranno farsi conoscere e dimostrare agli altri Paesi che c’è una Campania attiva e che produce. Ieri mattina, presso il salone Genovesi della Camera di Commercio di Salerno, è stato presentato il contenitore che accompagnerà il festival dal 18 al 22 febbraio. Sarà il Palafiori ad accogliere una serie di iniziative dedicate al mondo della cultura, del cibo e della moda, dove la presenza di artisti e produttori salernitani sarà massiccia. Casa Sanremo sarà organizzata con diversi spazi pronti ad offrire ai visitatori momenti di divertimento attraverso eventi di musica live, presentazione di piatti e prodotti tipici campani ed appuntamenti dedicati al moda e dell’editoria.
«È una piattaforma che intende dare visibilità al nostro territorio, uno spazio per valorizzare uomini e donne, per la precisione 280 quelli impegnati nel progetto, che rappresentano la parte buona della nostra regione – ha dichiarato Vincenzo Russolillo, presidente del Consorzio. Un evento nell’evento dove musica, editoria, cinema e cucina offriranno un modo diverso per fare promozione e spettacolo». Per il settore della moda si segnala la presenza di Angela Abarano, che curerà la Chic Zone, dove sarà possibile scambiare capi di grandi marche, mentre per quanto riguarda l’allestimento della location, saranno altre due salernitane ad essere protagoniste, Teresa Miniaci e Biancamaria Corrado, amiche d’infanzia che hanno deciso di condividere la comune passione per l’interior design. In loco sarà organizzato anche «Sanremo Writers», competizione per opere edite e inedite aperto a tutto il territorio nazionale, dove sarà presentato anche il libro «Disperatamente» della salernitana Giovanna Portanova, la storia di una famiglia che lotta con forza per conoscere la “diversità” di Cristiana, mentre per la parte musicale di Casa Sanremo ci sarà spazio per realtà emergenti della musica della nostra provincia. In particolare, i riflettori saranno puntati Alessandra Melillo e Yvonne Mondany: la prima si è aggiudicata, recentemente, il Play Music Festival e sta riscuotendo successo con il brano «Era ora», mentre la seconda ha partecipato, pochi mesi fa, alla finale del Festival Internazionale di Malta «Pop Singers». Altro punto di forza della creatività della city all’interno del Palafiori, sarà la presenza del progetto MyPuppit.it, ovvero un pupazzo che può assumere le sembianze di un nostro amico, della fidanzata o di un nostro parente. Guido Arzano, presidente della Camera di Commercio di Salerno, ha espresso soddisfazione per l’organizzazione di questi eventi, evidenziando che «è importante valorizzare a Sanremo le eccellenze nostrane, in un momento così difficile per la Campania».