Costa d´ Amalfi vince in dieci

0

Vittoria di cuore per il Costa d’Amalfi. Sotto di un uomo, espulso Civale al decimo, e di una rete, per 80 minuti, riesce prima a pareggiare con Di Paolo, e poi a ribaltare il risultato con il solito Criscuoli, sempre più capocannoniere del campionato. Gli uomini di mister Proto si presentano a questa importante gara con tante defezioni, non ultima l’infortunio di Raffaele Cioffi proprio nella rifinitura settimanale pre-partita, mentre il Cilento veniva da una clamorosa sconfitta nel derby. Dopo poco più di 10 minuti gli ospiti si trovano in superiorità numerica e con un rigore a favore, frutto di un fallo di Civale in area, giudicato da ultimo uomo dall’arbitro di gara. Rigore realizzato senza problemi. I costieri non si scompongono e fanno il loro gioco, e grazie ad un gran fraseggio corale, Criscuoli trova il varco per Di Paolo, che riceve e di potenza pareggia i conti. Nella ripresa il Costa d’Amalfi continua a fare la propria gara, e non risente dell’inferiorità. Al 64esimo Criscuoli si esibisce in un numero d’alta scuola e viene atterrato in area: rigore. Dal dischetto il bomber del campionato spiazza il portiere e porta in vantaggio i suoi. Timida reazione del Cilento che peró non fa altro che scoprirsi. Al 73esimo clamorosa occasione su punizione dal limite per i costieri; Criscuoli indirizza la palla verso l’incrocio, ma il portiere compie un vero miracolo, deviando la palla sulla traversa. I minuti finali sono di marca ospite, con il Cilento che prova a buttare palla lunga, ma Raimondo e Zambrano riescono ad erigere un muro invalicabile. Finisce così una gran bella gara, che rende merito ad una squadra, il Costa d’Amalfi, che ci ha creduto nonostante l’inferiorità. Per il Cilento rimane il rammarico di non aver sfruttato l’occasione di rimettersi in scia delle prime, ma contro i costieri, al San Martino, è difficile per tutti. Resiste l’imbattibilità interna, soltanto un pareggio contro il Valdiano.