Sorrento. L´ultima corsa della Sita per Positano delle 17,10 non rispetta l´orario e parte con ben 10 minuti di anticipo

0

Continuano i disservizi della Sita. In seguito alla frana verificatasi lo scorso 14 gennaio fra il bivio di Amalfi ed Agerola e la conseguente chiusura al traffico della Strada Statale 163 Amalfitana, gli orari ed i percorsi degli autobus della Sita hanno subito delle modifiche e delle soppressioni. Per quanto riguarda il collegamento Sorrento-Positano-Praiano le corse si sono ridotte notevolmente provocando non pochi disagi a coloro che devono raggiungere la penisola sorrentina. Come se non bastasse l’ultimo pullman diretto a Positano è previsto in partenza da Sorrento alle ore 17,10… dopodiché se non si possiede un mezzo di trasporto proprio non è possibile più raggiungere Positano dalla penisola sorrentina… E già questo costituisce un disagio enorme perché sarebbe stato comunque giusto prevedere un’ulteriore corsa intorno alle 19,00 onde coprire almeno la prima parte della serata e venire incontro ai pendolari che – vuoi per motivi personali, vuoi per motivi lavorativi – sono costretti a spostarsi da Positano per raggiungere la vicina penisola sorrentina ed hanno ovviamente il diritto di poter tornare alle proprie case la sera senza dover ricorrere a mezzi di fortuna. La vicina penisola sorrentina in realtà lo è solo a livello di chilometraggio, ma diventa lontanissima e, oramai, quasi irraggiungibile per tutti coloro che utilizzano il servizio pubblico. Ma proprio nella giornata di oggi, 1 febbraio, ai già presenti disagi di questo ultimo periodo, va aggiunto un disservizio che è giusto evidenziare. Come dicevamo poco fa, l’ultimo pullman da Sorrento per Positano dovrebbe (sempre secondo l’orario in vigore in questi giorni e che potete consultare in allegato all’articolo) partire alle 17,10. Invece, ignorando non solo gli orari ma anche il buonsenso che dovrebbe far pensare a coloro che si affidano a questa ultima corsa per fare ritorno a casa, il conducente dell’autobus ha pensato bene di anticipare la partenza alle 17.00. Alcuni viaggiatori gli hanno fatto notare che avrebbe dovuto attendere altri 10 minuti, ma lui per tutta risposta ha affermato che l’orario ufficiale di partenza era quello delle 17.00. Ora ci chiediamo. E se una persona arriva al capolinea della stazione di Sorrento alle 17.05 che coda dove fare? Non gli resta altro che affidarsi a qualche anima buona che lo venga a prendere oppure chiamare un taxi con un esborso certamente non da poco. Alla fine non solo le corse sono nettamente diminuite ma non vengono nemmeno rispettate. E’ veramente una così grande pretesa aspettarsi che la Sita ed i suoi autisti rispettino gli orari invece di agire in modo autonomo ed irrispettoso delle regole e del contratto di lavoro? Ed alla fine a pagarne le conseguenze, come sempre, sono i poveri cittadini…