FABIANI RIPORTA PESTRIN IN GRANATA

0

Manolo Pestrin è da oggi un nuovo calciatore della Salernitana. Questa mattina il centrocampista ha chiuso il suo rapporto con l’Ascoli e si è diretto nella sede del quartier generale della Salernitana raggiungendo la squadra in ritiro. Dopo Bianchi e Scalise, Fabiani porta in granata un altro calciatore che era stato alle sue dipendenze nella prima parte di stagione. Pestrin, classe ’78, torna a Salerno dopo il triennio 2008-11 che era stato contraddistinto da alti e bassi. Dopo una prima stagione a buoni livelli, il pretoriano di Castori fu ceduto in prestito al Torino nel 2010 per poi far ritorno alla base in estate. Perno del centrocampo della squadra di Breda, Pestrin finì nell’occhio del ciclone per l’espulsione rimediata a Cremona e la successiva stangata del giudice sportivo, ma quel gesto fu solo la spia del disagio e del nervosismo di un calciatore che da mesi non percepiva lo stipendio e che la società di Lombardi avrebbe poi offerto in pasto ai tifosi con una pseudo epurazione a dicembre. Dei senatori accantonati dalla proprietà, Pestrin fu il solo a trovare squadra e passò al Frosinone lasciando definitivamente Salerno. Fabiani è convinto che in granata possa essere utile in campo e nello spogliatoio e non pare preoccuparsi delle vecchie ruggini con la piazza, frutto anche di qualche equivoco e di una situazione – la mancata tranquillità economica dell’epoca – che non era affatto facile da sostenere. Congelata la trattativa per Andrea Giacomini, classe ’86, mancino naturale, più portato ad offendere che a difendere. Fabiani sta lavorando per portare a Salerno un portiere di esperienza. Il ds deve, però, sistemare Berardi prima di operare in entrata. Ai nomi di Berni ed Aridità si affiancano quelli di Gori e Manfredini, ma non è detto che la Salernitana non possa soprassedere e rimandare alla settimana prossima l’eventuale ingaggio di un portiere, attingendo agli svincolati. Si vedrà. Capitolo cessioni. Siniscalchi, Molinari, Chirieletti e Nalini sono in uscita. A Milano si deciderà il loro destino.

Nicola Roberto TVOGGISALERNO SPORT

Lascia una risposta