Ischia. L´artista tedesco Oliver Butenuth trovato morto. Giallo a Villa Sachs

0

Ischia. È giallo a Forio per la morte – avvenuta in circostanze ancora tutte da chiarire – di Oliver Butenuth, il 45enne artista tedesco ritrovato ieri pomeriggio senza vita all’interno della dependance riservata agli ospiti della villa della pittrice Eleonore Sachs. Il cadavere dell’uomo, originario di Monaco di Baviera, è stato rinvenuto nel salotto del villino con indosso i suoi vestiti. Il corpo era riverso sul pavimento. La morte di Butenuth, secondo quanto stabilito dal medico incaricato di fare i primi accertamenti, dovrebbe risalire a molte ore prima, addirittura a sabato scorso. Eppure solo ieri è scattato l’allarme. A lanciarlo, dalla Germania, è stata la mamma dello sfortunato pittore, preoccupata dal fatto che da sabato non era più riuscita a contattare telefonicamente il figlio. La donna si è così rivolta alla proprietaria dell’immobile che, a sua volta – trovandosi momentaneamente fuori Ischia – ha chiesto al custode della villa di andare a controllare se Oliver fosse in casa e perché non rispondesse alle chiamate. Il custode ha trovato la porta della dependance chiusa dall’interno e solo dopo aver forzato la serratura è riuscito a entrare e ha, così, fatto la macabra scoperta. Ai carabinieri della stazione di Forio – intervenuti sul posto per i primi rilievi – il magistrato di turno ha ordinato una serie di accertamenti: Butenuth è stato trasportato a Napoli dove nelle prossime ore verrà effettuata l’autopsia presso l’istituto universitario di medicina legale. In Procura quindi c’è grande attesa per i risultati dell’autopsia in modo da ricostruire le possibili cause della morte. Sembra, però, certo che non si sia trattato di un suicidio. L’uomo potrebbe – stando alle prime ipotesi – essere stato colto da un malore o aver ingerito qualche sostanza che si è rivelata fatale. Varie, dunque, le piste d’indagine degli inquirenti per una morte che ha sconvolto l’isola e il mondo internazionale degli artisti. Villa Eleonore, infatti, viene considerata uno dei simboli dell’isola fin dalla sua costruzione, avvenuta nei primi anni Ottanta; appartiene alla nipote di Gunther Sachs, il miliardario – era l’erede della nota dinastia degli industriali – e playboy che all’epoca del suo matrimonio (durato tre anni) con Brigitte Bardot era uno degli uomini più ricchi di Germania. A sua volta Butenuth è un pittore abbastanza conosciuto nei cenacoli artistici bavaresi. Appartiene alla corrente neorealista ed in alcune delle sue opere ha applicato la tecnica della contaminazione fra i materiali, giocando fra stili diversi. Ad Ischia, Oliver era venuto in questi mesi invernali per trovare nuovo slancio artistico e l’ispirazione per le sue opere. Purtroppo, sull’isola tanto amata, l’artista ha trovato invece una tragica e solitaria morte. (Massimo Zivelli – Il Mattino)