CAVA DE´ TIRRENI: DENUNCIATO STALKER SERIALE

0

Nella giornata di ieri, personale del Settore Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, diretto dal V.Q.A. D.ssa Marzia Morricone, ha denunciato in stato di libertà L. G. 50enne originario di Cava de’ Tirreni e residente a Salerno, per atti persecutori e molestie sessuali poste in essere sistematicamente nei confronti di donne fruitrici di mezzi di trasporto pubblici diretti da Salerno verso comuni limitrofi. In particolare, veniva ricostruita la vicenda di una ragazza di anni 15, residente nella zona metelliana, che utilizzava i mezzi di linea diretti a Salerno per recarsi a scuola. Nello specifico, i poliziotti riuscivano, a seguito di un’articolata attività di indagine e di numerosi appostamenti, finalmente a fermare e identificare la persona che aveva negli ultimi mesi creato paure ed ansie nelle ragazze pendolari che abitualmente utilizzavano i mezzi pubblici di linea. A seguito dell’intervento della Polizia, la ragazza trovava finalmente il coraggio di confermare quanto già accertato dagli investigatori durante l’attività info-investigativa, e denunciava i numerosi episodi di molestie che nel corso degli ultimi mesi aveva subito da L. G., il quale, a bordo del mezzo pubblico le si avvicinava molestandola con gesti inequivocabili, spingendosi a toccarla, approfittando della calca di persone presenti sull’autobus. L’operazione di polizia convinceva la ragazza, a riferire il tutto anche ai genitori, ai quali, fino ad allora, per vergogna, non aveva detto nulla, tant’ è che la ragazza per la paura di incontrare il molestatore, si era solo limitata a dire ai genitori che non voleva più andare a scuola. Riusciva così a liberarsi di un peso che la tormentava da mesi. I numerosi appostamenti effettuati dal personale del Commissariato consentivano, dunque, una volta accertato che il soggetto era salito a bordo, di intervenire sull’autobus di linea preso anche dalla vittima e di bloccare L. G. che veniva, pertanto, condotto presso gli Uffici del Commissariato dove veniva denunciato. INSERITO DA KATIA ANDREOLETTI