Massa Lubrense. Palo distrutto in un incidente: il Comune si afifda a un legale

0

Massa Lubrense. Uno schianto nella notte. L’arrivo dei carabinieri e la segnalazione al comune di Massa Lubrense. Sin qui niente di nuovo, normale routine, un palo della pubblica illuminazione che dall’urto è stato lesionato e poi eliminato per evitare pericoli ai cittadini. Dopo 5 mesi all’ente locale di largo Arcivescovado, però, nessuno ha saldato il conto del danno che l’amministrazione ha dovuto provvedere a pagare per la rimozione della struttura. Le casse comunali non sono state rimpinguate dal dovuto dopo il sinistro e da consuetudine si adiranno le vie legali. La vana attesa ha spinto il comandante della Polizia Municipale di Massa Lubrense, Rosa Russo, a richiedere l’intervento di un legale per vedere tutelato l’ente locale costiero. Nessuna comunicazione come vorrebbe la procedura. Un verbale dei Carabinieri della stazione di Massa per uno schianto in pieno centro e nel cuore della notte (erano le 3.50), con danni ad un palo della pubblica illuminazione. Non risultando pervenuto nessun pagamento per i danni subiti si è ritenuto opportuno per il Comune conferire apposito incarico ad un legale per il recupero delle somme necessarie al ripristino del palo della pubblica illuminazione divelto lo scorso agosto. La scelta fatta dal comandante di Polizia Municipale, Rosa Russo, è ricaduta su Aida Giuliana Dascillo. Sarà lei l’avvocato chiamato ad esperire tutti gli atti per recuperare le somme necessarie al ritorno dello status quo a via Partenope nelle vicinanze del civico 19. Un costo supplementare per le casse dell’ente locale di largo Vescovado. Infatti, non appena sarà consegnata la fattura da parte del legale nominato ci sarà da sborsare altri 430 euro per il bilancio comunale, cifra irrisoria e che dovrebbe essere recuperata qualora la causa dovesse dare ragione al comune. (Metropolis)