Meta nomina il nuovo responsabile “Trasparenza”. Si tratta di Luigi Salvato, già indicato dal Comune di Vico Equense

0

Meta. Obiettivo trasparenza per la penisola sorrentina. Con le nuove riforme i Comuni si adeguano alle normative dello Stato. Meta segue Vico Equense e nomina il Responsabile della Trasparenza che è lo stesso per i due Comuni: Luigi Salvato, che ricopre l’incarico di segretario in entrambi gli enti locali. Una scelta fatta in tempi non sospetti da parte dei sindaci dei due Comuni che si “dividono” il segretario. In pratica a Salvato toccherà farsi in due non solo nell’immaginario, ma anche in realtà. Doppio incarico, doppiamente responsabile e doppio piano triennale per la trasparenza. Un compito delicato quello del professionista dell’ente locale di via Municipio. Monitorare l’operato della pubblica amministrazione. Tutto che venga svolto nel pieno rispetto della legge nell’ottica di quanto previsto dall’ultima riforma del 2009. Il segretario, già all’interno dei quadri dirigenziali del Comune di Meta, dovrà studiare e strutturare il Piano triennale per la Trasparenza. Un compito dovuto in base alla legge che dovrà essere anche valutato dal Civit. Ente preposto dalle ultime normative. Un programma triennale per la trasparenza che prevede la consultazione delle associazioni rappresentate nel Consiglio Nazionale dei consumatori. In pratica una funzione che si va ad affiancare anche all’Organismo di Valutazione Indipendente. Da una parte c’è il compito di valutare il lavoro dei dipendenti degli enti locali e dall’altra la trasparenza dell’operato delle Pubbliche amministrazioni. Tutto rivolto in base alla legge 190 del 2012 nata per prevenire e reprimere la crescente corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione. Compito delicato per il segretario, Luigi Salvato, che dovrà monitorare e tutelare a tutto tondo gli atti della parte politica dell’ente locale di via Municipio, stilare il piano triennale affiancandolo al proprio ruolo istituzionale. La funzione di cui sarà incaricato il segretario comunale non porterà ulteriori aggravi per le casse comunali. Infatti, non sono previsti emolumenti aggiuntivi. (Metropolis)