SORRENTO: SORVEGLIANZA SI – SICUREZZA NO!

0

Riceviamo e Pubblichiamo Sul territorio comunale di Sorrento risultano installate 17 telecamere con la sola funzione di controllo sulla viabilità e nessuna di videosorveglianza a tutela della sicurezza pubblica. Di queste, risultano funzionanti meno della metà. Bene, Il Dirigente del II Dipartimento del Comune di Sorrento, con determinazione n. 1576 del 27.12.2013 ha impegnato la somma di € 131.456,63 per interventi vari alla segnaletica stradale sia orizzontale che verticale. Tuttavia sembra che nessuna spesa sia stata prevista per ripristinare le numerose telecamere installate sul territorio comunale che al momento sono inutilizzate. E’ bene ricordare che negli ultimi decenni i Comuni della penisola sono stati soggetti ad un incremento demografico e ad un conseguente aumento di fenomeni di microcriminalità. Ma a tutt’oggi, l’Amministrazione Comunale di Sorrento non ha ritenuto opportuno dotarsi dei moderni sistemi di monitoraggio del territorio per disincentivare fenomeni di vandalismo o per contenere l’incremento di atti criminosi, soprattutto nelle ore notturne. A tale proposito, è bene che i cittadini sappiano che le telecamere installate sul territorio comunale non sono idonee a svolgere un servizio di videosorveglianza a tutela dei cittadini. Infatti, esse non sono idonee alla registrazione del numero di targa dei veicoli in transito né a consentire all’Autorità Giudiziaria il riconoscimento di persone che si fossero rese colpevoli di un qualche atto criminale nell’area di azione delle stesse. Voler risalire al numero di targa di un veicolo magari sospetto, visionando il filmato registrato, è tecnicamente impossibile in quanto a Sorrento non risulta istallato alcun sistema di videosorveglianza composto da varie telecamere gestite da un evoluto software di videoregistrazione delle immagini che ne consente la conservazione non più su nastro ma sulla memoria del disco fisso del computer. Attualmente, voler decifrare il numero di targa di un qualsiasi veicolo la cui immagine risulta registrata sul nastro è impossibile in quanto l’immagine si presenta enormemente sgranata. Le uniche apparecchiature idonee a registrare il numero di targa di un veicolo in transito e a consentirne una chiara lettura, sono le due telecamere poste all’ingresso della ZTL di Via del Mare e di via Tasso sempreché risultino funzionanti, visto che, negli ultimi anni, non sembra che siano stati adottati impegni di spesa per la loro normale manutenzione. E’ possibile che nell’era dell’alta tecnologia informatica, l’Amministrazione comunale di Sorrento non abbia mai sentito la necessità di investire fondi pubblici per la sicurezza dei sorrentini e dei loro beni? I moderni sistemi di videosorveglianza, infatti consentono, con una spesa non eccessiva, di utilizzare telecamere per la lettura delle targhe degli autoveicoli e telecamere in grado di identificare chiaramente modello e colore dei veicoli coinvolti in eventuali atti criminosi nonché le persone che lo stanno attuando anche se l’evento si verifichi nelle ore notturne, come spesso accade a Sorrento. Perché si continua a far credere ai cittadini che presso il Comando della Polizia Municipale di Sorrento funziona un sistema di videosorveglianza in grado di fornire elementi utili all’identificazione di veicoli o persone coinvolte in eventi criminosi? Inoltre non è assolutamente vero che dalle videoregistrazioni in possesso della Polizia Municipale, si è in grado di risalire al numero di targa dei veicoli che hanno commesso infrazioni al Codice della Strada e procedere ad emettere i verbali di contravvenzione. Tutto ciò è solamente pura fantasia almeno per adesso. Enrico Aprea DA SIREON del 17.01.2014