Roma, allarmi bomba

0

 

Quarto allarme bomba oggi a Roma dopo quelli alla Cassazione, al Tribunale e a McDonald’s: è scattato poco prima delle 16 sempre per una telefonata anonima al 112 che ha segnalato un ordigno all’interno di alcuni uffici amministrativi della Unicredit banca nella centrale in via del Corso 307.

 

(L’Unita) – Sul posto sono intervenuti i carabinieri, gli uffici sono stati evacuati e gli artificieri e i cani anti-esplosivo ispezionano i locali. E’ appunto il quarto episodio di oggi, tutti segnalati tramite telefonate anonime: uno per una busta con materiale esplosivo rinvenuta presso il Tribunale, gli altri due con chiamate a McDonald’s e alla Cassazione.

*** *** *** *** ***
Allarme bomba al McDonald’s di piazza Mignanelli a Roma, in pieno centro e a due passi da Piazza di Spagna, a seguito di una telefonata anonima giunta intorno alle 12 al direttore del fast food.
I locali sono stati fatti evacuare. Una prima ispezione compiuta dagli artificieri della polizia nei locali del McDonald’s non ha dato alcun esito. Sul posto sono intervenuti i carabinieri con unità cinofile. La segnalazione dell’ordigno è stata fatta con una telefonata anonima al centralino del McDonald’s e l’impiegato ha poi dato l’allarme alle forze dell’ordine.

Questa mattina nel bagno di un bar di via Casale Strozzi, a Roma, davanti al Tribunale penale della capitale, i carabinieri hanno trovato una busta con un ordigno incendiario composto da polvere pirica con una miccia, azionabile manualmente.

La busta è stata presa dagli artificieri dei carabinieri e, secondo gli esperti, non sarebbe potuta esplodere ma avrebbe provocato soltanto una fiammata. La miccia era collegata a un accendino e quindi la busta non poteva essere infiammata a distanza.