Capri. Un esemplare di tartaruga «caretta caretta» ingerisce lenza e amo, salvata al porto turistico

0

Capri. Sarà curata e accudita nella stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli l’esemplare di tartaruga «caretta caretta» di circa 50 centimetri recuperata nella mattinata di ieri nelle acque di Capri da due operatori del Porto Turistico, Giuseppe Sorrentino e Francesco Di Sarno. La tartaruga marina era in difficoltà: aveva ingerito una lenza da pesca con un grosso amo. I militari dell’Ufficio Circondariale marittimo – Guardia Costiera coordinati dal comandante Alessandro Sarro, immediatamente intervenuti sul posto avvertiti dagli stessi operatori del Porto Turistico, hanno immediatamente contattato gli studiosi della stazione zoologica napoletana, ricevendo precise informazioni sulle prime cure da fornire all’animale per garantirne la salvaguardia e la protezione. In tempi brevi è stato organizzato dalla Guardia Costiera il trasferimento della tartaruga marina nel porto napoletano con la collaborazione dei marinai del Porto Turistico, dei pescatori locali che hanno messo a disposizione grossi contenitori e del comando di bordo dell’unità veloce Snav Aquila, sul quale la tartaruga è stata imbarcata, scortata da un militare dell’Ufficio Circondariale marittimo di Capri. L’esemplare di «caretta caretta» sarà curato dagli scienziati del centro di ricerca prima di essere nuovamente immesso in acqua. (Metropolis)