«Aborto o vai via, ecco il ricatto del console Usa»

0

 

Kerry Howard, la donna che accusa l’ex console Usa Donald Moore di aver utilizzato la sede di Napoli come una alcova dove «faceva sesso con escort anche sei volte al giorno», racconta al Mattino altri particolari: «Costrinse anche una collaboratrice ad abortire dopo averla messa incinta».

DI FLAVIO POMPETTI IL MATTINO.IT