Efferato crimine in India: bimba stuprata e bruciata viva

0

Dimostrazioni e marce di protesta a Calcutta si sono sollevate dopo la morte di una bambina di appena 12 anni dovuta alle severe ustioni causate da due complici dei suoi stupratori. Torna a farci riflettere la poverta’ di certe parti del mondo dove la miseria, l’ estremismo e non si sa cos’ altro danno spesso luogo a scioccanti crimini. La sua sola colpa era quella di essere rimasta incinta cosi’ il branco l’ ha giustiziata prima stuprandola e poi dandole fuoco. La certificazione dell’età è spesso un problema in India, in quanto molte nascite non vengono registrate, soprattutto negli Stati più arretrati come il Bihar. Fonti locali sostengono che l’ eta’ della ragazzina fosse 16 anni il quotidiano The Hindustan Times ha invece rivelato che l’ eta’ era 12 anni. Il padre della bambina, un tassista, si era trasferito con la famiglia in una città a 40 km da Calcutta solo da 5 mesi per permettere alla figlia di frequentare scuole migliori.