Sita, approvato il biglietto aziendale. Al Cstp torna lo spettro degli esuberi Tagli chilometrici, ora rischiano in 80

0

Nuovo biglietto aziendale per la Sita, costa il 10% in meno rispetto ad Unico Campania, intanto nuovo vertice al Cstp tra organizzazioni sindacali e commissario Pasquino, possibili 80 esuberi per via dei tagli chilometrici. “Troppa gente ancora viaggia senza biglietto, puntare sul ticket aziendale per portare risorse – l’appello di Sergio Galdi della Fit Cisl”. E’ in fase di sviluppo, quindi, la tariffazione aziendale per il Cstp con i biglietti del Consorzio che costeranno il 10% in meno rispetto a quelli attuali di Unico Campania. Con 1 euro, infatti, si potrà ‘comprare’ la corsa intra-comunale mentre ad 1 euro e 10 centesimi si acquisterà il ticket con la possibilità di cambiare autobus. Dal 1 gennaio, invece, è già in vendita il biglietto aziendale per la Sita al prezzo di 1 euro e 10 centesimi, anche qui con un risparmio del 10% rispetto al sistema tariffario integrato di Unico Campania. “L’azienda ci ha detto che vuole procedere alla mobilità, all’applicazione della cassintegrazione per i chilometri tagliati, ci hanno anche proposto la questione dei contratti di prossimità ma noi abbiamo rigettato questa intenzione – ha dichiarato Sergio Galdi della Fit Cisl, a margine dell’incontro avuto ieri, presso la sede del Cstp, con il commissario Raimondo Pasquino – Come Cisl pensiamo sia una proposta improponibile perché per i lavoratori non ci sono le condizioni dei contratti di prossimità, gli stipendi sono già magrissimi. Piuttosto dovremmo concentrarci sui ricavi da traffico, perché sono quelli che lasciano a desiderare, se si considera che nel 2002 l’azienda prima di entrare ad Unico Campania incassava 10 milioni di euro, oggi a distanza di dodici anni incassa 7 milioni nonostante il costo del biglietto sia aumentato del 40%. E’ chiaro che qualcosa non quadra, quindi ci dovremmo concentrare per trovare le risorse sui ricavi da traffico, oramai i corrispettivi chilometrici sono quelli, l’unica leva su cui spingere rimane quella. Suppongo che ci sia un evasione abbastanza elevata”. (Metropolis)