Sorrento domani sera omaggio a Caruso

0

Sorrento. Il feeling tra la città ed Enrico Caruso resta intenso e l’anno nuovo si apre con un omaggio alla memoria del grande tenore e del suo soggiorno nel 1921: la tredicesima edizione delle «Serate gastronomiche culturali carusiane», in programma domani (alle ore 20,30), nel ristorante-museo di Sorrento che porta il suo nome. Un programma attento al palato, tra chicche gastronomiche e performance culturali, tutte in omaggio al grande tenore.
Durante la serata il tenore Armando Valentino, accompagnato dai musicisti napoletani Michele De Martino e Massimo Della Rocca, canterà alcuni brani prediletti da Caruso. È una delle iniziative annunciate quest’anno dagli organizzatori storici della manifestazione, lo studioso foggiano Guido D’Onofrio, biografo di Caruso, e Paolo Esposito, titolare del locale in cui si svolge l’evento. La kermesse è infatti un omaggio sincero al tenore, che si ripete all’inizio di ogni anno con ammirevole continuità, perché Esposito ha raccolto nel suo ristorante, aperto nel 1987, più di mille cimeli carusiani donati da D’Onofrio.
Fotografie d’epoca, caricature, giornali, dischi originali a 78 giri del tenore che si possono ascoltare su rari e preziosi grammofoni d’epoca. I cimeli riempiono le pareti del locale sorrentino situato a quattro passi da piazza Tasso offrendo una full immersion nella storia di Caruso.
Dietro l’iniziativa c’è anche il desiderio di ricordare il soggiorno di Caruso a Sorrento, nella suite dell’Excelsior Vittoria a lui intitolata, tra giugno e luglio del 1921, prima di partire per Napoli dove morì il 2 agosto. Nel corso della serata gli attori Pino Bruno e Maurizia Pavarini, della compagnia teatrale La Bottega dell’Attore di Foggia, reciteranno una biografia del tenore e ci sarà la proiezione del dvd «Caruso e la Terra delle Sirene» con rare immagini d’epoca sul breve soggiorno sorrentino. Nel locale sorrentino dove tutta l’atmosfera ricorda il grande tenore, Esposito e D’Onofrio organizzano ogni anno altri due appuntamenti in omaggio a Caruso: il 2 agosto (anniversario della morte) e il 25 febbraio (anniversario della nascita).  Gianni Siniscalchi Il Mattino