ravello ringrazia positano per l´ospitalità ai giochi

0

RAVELLO RINGRAZIA POSITANO PER L’OSPITALITA’ AI GIOCHI
Sabato 28 Dicembre presso la struttura sportiva “Tennis al Settimo Piano” di Positano si è tenuta la prima edizione dei giochi sportivi sotto l’albero in cui 100 ragazzi dai 9 ai 13 anni provenienti da 7 comuni della Costiera (Furore, Praiano, Conca De Marini, Positano , Ravello e Scala) hanno giocato insieme a badminton, basket, minitennis, pallavolo, tiri in porta, oltre ai percorsi motori.
E’ stata una splendida giornata di sole e di sport. Noi delegazione di Ravello vogliamo ringraziare il Coni di Salerno che ha proposto l’iniziativa e tutti i comuni che sono intervenuti ala manifestazione rendendo questa giornata speciale. Un particolare ringraziamento va al comune di Positano che ha curato ogni dettaglio di questa manifestazione in maniera egregia, senza lasciare nulla al caso. Il sindaco, il vice sindaco hanno aperto e chiuso la manifestazione. L’assessore allo sport si è preso cura di tutti noi tutto il tempo .Dopo la manifestazione sportiva della mattina alle varie delegazioni è stato offerto dal comune ospitante un ristoro organizzato vicino alla spiaggia. Il sole e la spiaggia hanno completato un momento conviviale che ha ben concluso la giornata.
Oltre alla possibilità data ai ragazzi dei vari comuni di cimentarsi in differenti discipline sportive ,alcune mai praticate prima, i vari assessori e delegati allo sport hanno avuto la possibilità di confrontarsi e discutere sia della volontà di organizzare una seconda edizione della manifestazione sia di promuovere una futura collaborazione per altri eventi intercomunali in Costiera.
Noi di Ravello ci auguriamo di poter presto ricambiare l’ospitalità del comune di Positano organizzando in futuro una manifestazione sportiva presso le nostre strutture con lo stesso spirito con il quale è stato realizzato questo evento, ossia aperta a tutti coloro che vogliono aderire e con lo scopo di divertirsi come fine ultimo della partecipazione ad un evento sportivo.
Marco Rossetto