Scala bomba carta a ex consigliere di opposizione Flavio Mansi

0

 Scala, Costiera amalfitana. Una bomba carta all’esterno della casa dell’ex capogruppo di minoranza della città più antica della Costa d’ Amalfi Flavio Claudio Mansi ma nessuno ne ha parlato prima che ne scrivesse Positanonews.

 Mansi all’ultimo momento, misteriosamente e senza motivo alcuno,  non si è candidato alle ultime elezioni lasciando di fatto un paese senza opposizione neanche virtuale,  come almeno c’è a Minori e senza quelle schermaglie, che comunque mettono in luce la vita politica di un paese, come avviene a Ravello, ogni tanto esce fuori, e  ne parla  Positanonews nella sezione Ravello Scala,   che c’è per esempio una protesta per la Tares più che raddoppiata di cui nessuno parla.  ARTICOLO SULLA TARES  

Il fatto è avvenuto il  30 novembre scorso , sotto la casa di Mansi in Via Santa Maria, lo stesso giorno furono date alle fiamme due auto a Santa Caterina e pochi giorni prima di una lettera anonima contro l’amministrazione di cui Positanonews ha parlato.

La violenza dell’esplosione fu tale che andarono in frantumi anche i vetri della stanza da letto della madre  Maria, 80 anni, che si trovava a casa con tutta la famiglia. Una esplosione che è stata udita in tutto il quartier, ma nessuno ha visto nulla, e, anche in questo caso, nessun colpevole.. Le auto a Scala si incendiano da sole e le bombe carte esplodono sotto l’abitazione dell’ex capogruppo di opposizione, in un paese dove ora l’opposizione non c’è,  per virtù dello Spirito Santo

 

 Clicca qui per gli articoli di Positanonews nella sezione su Ravello e Scala