Carciofo esplode a Lecco: fertilizzati chimici i possibili responsabili

0

Olginate (Lecco) – Carciofo scoppia come un petardo sotto la lama, ritirate tutte le confezioni. L’ortaggio è esploso sotto la lama del coltello. Mistero sulle cause, si pensa a una reazione chimica. La signora era in cucina, di ritorno dal supermercato, dove una manciata di minuti prima aveva acquistato una confezione di carciofi freschi. Dopo averli puliti e sciacquati sotto il rubinetto, con un coltello d’acciaio ha cominciato a tagliarne uno a fette per metterlo in padella. Ma il carciofo le è esploso fra le mani. Letteralmente. Racconta Giulia Sala, casalinga 60enne, protagonista di questa disavventura a lieto fine, considerato che non ha riportato nessuna ferita: «Il carciofo era molto duro e ho dovuto fare forza per tagliarlo. All’improvviso ho sentito un botto, come quando scoppia un piccolo petardo, e dall’ortaggio è uscito del fumo. Un caso incredibile, ma vero. E, per fortuna, senza conseguenze. Infatti sono rimasta illesa. E’ stato solo un grosso spavento», ha riferito sotto choc la donna ai carabinieri, quando è andata a sporgere denuncia. Ha raccontato che, guardando bene tra le foglie bruciacchiate del carciofo, ha trovato degli strani pallini neri, tipo chicchi di zucchero grezzo ma più scuri. Subito sono scattate le indagini ed è stata allertata l’Asl, che ha disposto una serie di analisi e test sui carciofi contenuti in quella vaschetta acquistata al supermercato Carrefour del paese lecchese. La prima ipotesi formulata dagli inquirenti è che l’esplosione del carciofo possa essere stata causata da una reazione chimica innescata da un fertilizzante. Intanto, però, la direzione del supermercato ha immediatamente ritirato le confezioni di carciofi dagli scaffali. (Corriere della Sera)