Sant´Agnello. Nuova piazza. Assegnati gli interventi di ristrutturazione del centro: costeranno 190mila euro

0

Sant’Agnello. Una delle prime promesse elettorali del sindaco Piergiorgio Sagristani si avvicina. Arriva la svolta per l’atteso restyling di piazza Sant’Agnello. Il titolare della fascia tricolore ne aveva parlato nel corso dell’accesa campagna elettorale contro l’ex primo cittadino Gian Michele Orlando, adesso dopo un iter iniziato nel 2005 i lavori sono stati appaltati. Un strada lunga che ha subìto accelerate, brusche frenate e impennate. Opera che sarà realizzata dalla società Co.Ge.Fa con sede in provincia di Caserta. Vantaggiosa la realizzazione dell’intervento con un ribasso che supera il 32%. Lavori che sono stati quantificati per un importo complessivo di 380mila euro. La somma che l’ente locale di piazza Matteotti ha deciso di mettere a base dell’asta per assegnare gli interventi è stata pari a 275mila euro. La società che ha presentato l’offerta più vantaggiosa e nei termini fissati dalla legge riceverà dall’ente la somma netta di 190mila euro. A tenere banco anche la richiesta nel corso dell’asta da parte di una ditta concorrente alla Co.Ge.Fa., la Marotta Macchine. La richiesta della società marchigiana circa l’esclusione dal bando di tutte le concorrenti che non avessero indicato gli oneri economici che intendono sopportare per l’adempimento degli obblighi di sicurezza sul lavoro non è stata ritenuta valida sulla scia di alcune sentenze emesse da diverse sezioni del Tar e da sentenze del Consiglio di Stato. Senza colpo ferire il procedimento per affidare la realizzazione degli interventi è proseguito a marce forzate. Via libera ottenuto e lavori che inizieranno nel prossimo 2014. Vedrà la luce un’opera che è stata studiata nel corso della gestione Sagristani. Progettata dagli architetti Fiorentino, il progetto preliminare ha ottenuto l’ok della giunta un anno dopo. In pratica una realizzazione che sembrava potesse diventare realtà verso fine mandato del sindaco rieletto a maggio scorso. L’allora giunta Sagristani aveva acceso anche un mutuo per il valore di 380mila, poi gli intoppi. Lo scorso agosto è stato approvato il progetto esecutivo relativo al primo lotto funzionale, aggiornato nei prezzi, redatto dagli architetti Fiorentino per la realizzazione dei lavori ammontante a complessivi 380mila euro. Un intervento che nel corso del periodo di commissariamento dell’ente municipale, il funzionario Rosa La Ragione, aveva inserito nel piano triennale delle opere pubbliche relativo al periodo 2013/2015. Da gennaio partirà la volata decisiva per i lavori che dovrebbero consentire al restyling di diventare realtà dopo 9 anni di carte bollate e riunioni preliminari. (Josè Astarita – Metropolis)