Msc Sporting Club presentato a sant´Agnello. Unico in Italia, Aponte come Olivetti. I VIDEO

0

Video in fondo. “Aponte è con i suoi dipendenti come Olivetti..” Questa frase detta da un giornalista di Avvenire mentre giravamo fra i vari spazi dell’ MSC Sporting Club ci ha un pò colpito anche perchè non abbiamo mai avuto il piacere di conoscere di persona Gianluigi Aponte, ma è davvero ammirevole quello che abbiamo visto oggi come Positanonews, oramai il giornale online di riferimento della Penisola sorrentina e Costiera amalfitana, come pure ci hanno confermato vari marittimi “Io vi ho letti in Cina e seguivo quello che avveniva nel mio paese..” , così chi di Sorrento, Vico Equense o Massa Lubrense si collegava con noi aveva un legame con il proprio territorio. Piergiorgio Sagristani sindaco di Sant’Agnello ha illustrato la genesi di questa struttura “E’ stata realizzata dove c’erano degli abusi che sono stati poi abbattuti..”, non solo, ci dicono altri, qui era diventata una discarica. Al suo posto ora un vero e proprio gioiello per la Campania, caso unico in Italia di una struttura del genere destinata ai propri dipendenti, per la fruizione pubblica si dovrà aspettare a marzo per poterla regolarizzare. 

Il Centro Sportivo e di Formazione realizzato dalla MSC Crociere voluto dall’armatore Gianlugi Aponte  è stato presentato alla presenza di Gianni Onorato CEO di MSC Crociere  il Sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani e, in rappresentanza dell’armatore, il dott. Franco Ronzi presidente dalla Marinvest, società capofila in Italia del gruppo Aponte  .

Una struttura polivalente e all’avanguardia (costruita da Passarelli e progetta dall’ingegner Elefante, ndr)  riservata gratuitamente a tutti i dipendenti del gruppo e alle loro famiglie è dotato di campi da tennis e calcetto, piscina con una suggestiva cupola di vetro che può anche essere aperta, salone-bar con ampie terrazze e un parco giardino di 3300 mq. Sui costi, a una domanda fatta da un giornalista del Sole 24 Ore, Ronzi ha risposto “Quando si fa un dono non se ne chiede l’importo..” Presente la stampa della penisola sorrentina, Campania e Nazionale, dal Corriere della Sera a Repubblica, i sindaci di Sorrento Giuseppe Cuomo e di Meta Paolo Trapani .

“La nuova struttura – spiegano dall’MSC – testimonia che il gruppo MSC, eccellenza italiana a livello mondiale e al contempo azienda a conduzione familiare da sempre focalizzata sulla soddisfazione dei propri viaggiatori, è attenta al benessere delle risorse umane, considerate alla base del successo aziendale.”

All’esterno una piscina spettacolare chiusa in una semisfera diafana che si può aprire elettronicamente. All’interno del centro unico e innovativo nel suo genere, è stato dedicato spazio anche per l’addestramento degli ufficiali delle navi cargo e da crociera del Gruppo MSC. Fra le attrezzature spicca un avanzatissimo simulatore di navigazione in grado di riprodurre fedelmente e verosimilmente le situazioni vissute in plancia, così come l’ingresso nei diversi porti di attracco, consentendo di scegliere le condizioni meteorologiche, la presenza di altre navi e traghetti in porto o nelle vicinanze.  Una potenzialità enorme per gli studenti del Nautico che, a quanto pare, potranno usufruirne migliorando la qualità della marineria sorrentina e la loro preparazione sempre in avanguardia 

 

 

 

 

Con la giornata dedicata alla visita guidata per i cittadini di Sant’Agnello si è conclusa la tre giorni dedicata alla nuova Club house regalata dall’armatore Gianluigi Aponte ai dipendenti Msc e ai suoi concittadini. Quattro anni di lavori, un impegno costante, continuo. Lo Sporting Club Msc, inaugurato a Sant’Agnello, è un vero e proprio «atto d’amore» che Aponte ha fatto alla gente che lo ha aiutato a diventare, con oltre 480 navi e 52mila dipendenti, il secondo armatore al mondo, un punto di riferimento sicuro per lo shipping di tutto il globo terrestre. «E un uomo con queste responsabilità – ha sottolineato Franco Ronzi, presidente di Marinvest, la società capofila di tutte le società italiane del gruppo Aponte – stamattina era al telefono con me per indicarmi i punti dove far posizionare le bandiere, per avere ragguagli sulla sistemazione degli arredi. Gianluigi Aponte è legatissimo a questa terra a tutti i suoi dipendenti: ha seguito passo passo la realizzazione di questa struttura per metterla a disposizione gratuitamente per i suoi dipendenti e le loro famiglie, per i cittadini di Sant’Agnello che potranno averla a disposizione due giorni a settimana». La nuova Club house ha affascinato anche Gianni Onorato, ad di Msc Crociere: «Devo dire – ha sottolineato – che rimasi già colpito dalla Club house di Ginevra, e ora questa realizzazione conferma l’attenzione di Gianluigi Aponte verso le persone prima ancora che verso i dipendenti. La cura del benessere fisico, del relax, la stessa certosina preparazione degli ufficiali di comando, rafforza il senso di appartenenza alla grade famiglia Msc. Un legame che poi si riversa nell’ospitalità delle nostre navi da crociera o nei rapporti commerciali della flotta da carico». Le cifre del gruppo sono da capogiro: solo la Msc Crociere nel 2012 ha avuto un giro d’affari di 1,35 miliardi di euro. Il piano industriale avviato nel 2003 e concluso nel 2013 è pari a 6 miliardi di euro. E che dire del trend passeggeri: erano 127mila nel 2003, sono diventati 1 milione e 600mila dieci anni dopo. Interessanti anche i dati che riguardano il futuro: per la stagione 2013-2014 sono programmate 590 crociere, 157 itinerari e toccati 184 porti. A Napoli nel 2014 Msc effettuerà 39 scali contro i 33 del 2013 e movimenterà oltre 157mila passeggeri. Particolarmente soddisfatto il sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani. «Oggi è un grande giorno per questa terra: siamo riusciti a realizzare, grazie a Gianluigi Aponte, una struttura magnifica su un terreno che abbiamo sottratto alla speculazione edilizia. Questo suolo fu acquisito dal comune durante il mio precedente mandato quando era in corso una lottizzazione e oggi, grazie anche al lavoro svolto dal mio predecessore, presentiamo alla città un’opera che è il fiore all’occhiello di Sant’Agnello». Il colpo d’occhio è fantastico: una club house immersa nel verde; una piscina riscaldata con sei corsie da 25 metri realizzata in una «bolla» di vetro completamente apribile; due campi da tennis e uno di calcetto; una palestra con attrezzature super moderne di oltre mille metri quadrati. E ancora. Parcheggio multipiano interrato per 140 posti auto; una grande area relax con bar e ristorante; un’area relax esterna di 200 metri quadrati; un percorso benessere esterno di 300 metri; un parco-giardino con oasi relax di oltre tremila metri quadrati. E poi l’area super tecnologica, il simulatore di navigazione, una vera e propria plancia di una modernissima nave capace di ricreare perfettamente le situazioni di ingresso, di uscita e di attracco dei maggiori porti al mondo (67 per il momento), altre 30 saranno pronte a giorni. Il simulatore consente l’addestramento in tutte le condizioni meteomarine. Un grande schermo riproduce l’ingresso della Msc Splendida nel porto di Napoli: al comando c’è il comandante Marco Massa, che con una maestria straordinaria affianca l’ammiraglia Msc alla banchina del molo Angioino. Applausi convinti anche da parte del direttore marittimo della Campania, ammiraglio Antonio Basile, che ha assistito alla simulazione insieme al ad alcuni uomini chiave del gruppo Msc: Domenico Pellegrino, Leonardo Massa, Emilio La Scala, Salvatore Cafiero. In prima fila anche il presidente della Provincia, Antonio Pentangelo, il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo, e ai rappresentanti di tutti i comuni della penisola sorrentina.