Piano di Sorrento protesta degli studenti del Nautico. La fine del miraggio del posto d´ oro

0

 Una simbolica protesta di alcuni studenti del Nautico questa mattina a Piano di Sorrento in Penisola sorrentina.  Antonio Minieri, il rappresentante d’Istituto dell’ITN Nino Bixio spiega che è “per solidarietà alle proteste contro il Governo italiano, ma serve far capire a tutta Italia che il disagio non è solo dei lavoratori ma anche degli studenti, bisogna far di più per la scuola”.  Ma la vera problematica della scuola del Nautico, provata anche dall’onda mediatica che ha travolto Schettino, è il futuro dei marittimi. Un lavoro che non è più visto come oro colato come in passato “La scuola ha reagito alla vicenda Schettino con un giro di vite, ma i problemi sono altri, è il dopo che preoccupa.  Gli stipendi non sono più così congrui – spiega un prof -, e c’è il problema dei lavoratori marittimi dell’Est e gli extracomunitari” Il Nautico da sempre è stata una scuola cruciale per un popolo di mare come quello sorrentino, ora si trova ad affrontare nuove sfide, la navigazione è sempre più basata sull’elettronica e si richiedono sempre più professionalità “Il Nautico è attrezzato in questo – dice il prof -, e sono previsti stage, tipo con la SNAV, dove, con la Napoli – Palermo, i ragazzi fanno i finesettimana lavorativi nel mondo marittimo e anche altro, non mancano i problemi , ma il principale  è davvero la fine del miraggio del posto d’oro e sul futuro di una professione che va ridefinita in qualche modo”