Diario di strada – Cilento disastro viabilità, due scalate al giorno in venti chilometri

0

 La strada che non c’è, è chiusa, caduta massi, ma non si poteva preventivamente bonificare il costone delle Ripe Rosse?, ore 7, inizia per l’amico G. il suo giornaliero difficile ma breve, appena venti chilometri, da Acciaroli a Santa Maria di Castellabate, l’amico G. con la sua Ford Fiesta scala il colle san Donato due volte, la prima lato Montecorice, la seconda lato Giungatelle, per raggiungere il suo lavoro.

 

 

 

 G. ci dice che il tratto più difficile per lui è la sera, al rientro salire per il colle San Donato (“lo conosciamo bene, ciclisticamente parlando”) per la cronaca…sul colle San Donato i ciclisti arrivano ogni anno con la Corsa delle Nuvole, ma questa è altra storia.

 

 

 

Facciamo poesia, ci dice, quando cala la notte, decine di auto in fila (” fatevi un giretto dalle parti di Fornelli”) luci come una processione d’altri tempi serpeggiano lungo la strada sopra Montecorice.  Giovanni Farzati