Abbandonata dopo la nascita, fa causa al padre e la vince: sarà risarcita

0

È stata abbandonata poco dopo la nascita dal padre che, pur avendola riconosciuta, non se ne è mai occupato dal punto di vista morale, nè materiale. Divenuta maggiorenne la ragazza, assistita dall’avvocato Iacopo Gori, ha deciso di fare causa all’uomo e l’ha vinta: il Tribunale di Mantova ha infatti condannato il padre a versarle un risarcimento. «La giovane è figlia di una coppia sposata – racconta il legale – Il padre l’ha riconosciuta, ma di fatto non se ne è mai occupato. Dopo poco la nascita della bambina, si è trasferito in Lombardia e si è rifatto un’altra vita e un’altra famiglia. La bambina ha vissuto con la madre e a nulla sono valsi i tentativi, portati avanti anche tramite parenti, di riallacciare il rapporto con il padre». «Così, diventata maggiorenne, la ragazza ha deciso di fargli causa – spiega l’avvocato Gori – La richiesta iniziale era di oltre 100mila euro, alla fine il giudice ha ridotto il risarcimento a 1000 euro per ogni anno fino a 18 anni e 500 per ogni anno successivo. Ma è importante il fatto che è stato affermato un principio: il diritto a mantenere un rapporto durante la crescita con entrambi i genitori e il diritto a un danno esistenziale se questo diritto viene leso». Il risarcimento dunque ammonterà all’incirca a 22mila euro. IL MATTINO.IT