Onofrio del Grillo oggi come ieri

0

Mario Monicelli nel 1981 presenta un film interpretato dal grande attore Alberto Sordi con il titolo “Il marchese del Grillo” ottenendo un meritato successo.La commedia narra del marchese Onofrio, nella Roma papalina, in epoca Napoleonica, propenso agli scherzi ed alla vita dissoluta. Interessante per il parallelismo descrittivo del tempo che travalicando gli aristocratici scherzi del marchese ci mostra la decadenza del sistema.Nell’episodio del falegname Piperno,ad esempio, evidenzia la corruzione della giustizia,da cui le campane “a morto”in tutte le Chiese di Roma.Il riferimento centrale alla cattiva amministrazione sia pubblica che privata è riassunta nel monito del sosia carbonaio Gasparino “O vedi semo coijoni,ma come compramo tutto a tre volte il prezzo corente e solo a legna (dai boschi cedui in proprietà)a’ vennemo alla metà, perciò sei un ladro”dando ancora più vigore con la mimica torsione della mano.In tutti i luoghi deputati alla spesa del danaro pubblico, spesso di usa questa metodologia, si vendono beni o si danno in locazione a prezzi irrisori e se ne comprano altri a prezzi atronomici.Nulla cambia il potere si rinnova cambiando soltanto l’aspetto esteriore per renderlo attuale e più accetto alle masse.
Geppi Rossano
Foto: Mario Monicelli nel 1981 presenta un film interpretato dal grande attore Alberto Sordi con il titolo “Il marchese del Grillo” ottenendo un meritato successo.La commedia narra del marchese Onofrio, nella Roma papalina, in epoca Napoleonica, propenso agli scherzi ed alla vita dissoluta. Interessante per il parallelismo descrittivo del tempo che travalicando gli aristocratici scherzi del marchese ci mostra la decadenza del sistema.Nell’episodio del falegname Piperno,ad esempio, evidenzia la corruzione della giustizia,da cui le campane “a morto”in tutte le Chiese di Roma.Il riferimento centrale alla cattiva amministrazione sia pubblica che privata è riassunta nel monito del sosia carbonaio Gasparino “O vedi semo coijoni,ma come compramo tutto a tre volte il prezzo corente e solo a legna (dai boschi cedui in proprietà)a’ vennemo alla metà, perciò sei un ladro”dando ancora più vigore con la mimica torsione della mano.In tutti i luoghi deputati alla spesa del danaro pubblico, spesso di usa questa metodologia, si vendono beni o si danno in locazione a prezzi irrisori e se ne comprano altri a prezzi atronomici.Nulla cambia il potere si rinnova cambiando soltanto l’aspetto esteriore per renderlo attuale e più accetto alle masse.
Geppi Rossano

Lascia una risposta