Sorrento. L’annuncio del consigliere Rosario Fiorentino: «Abusivismo, svelerò casi piccanti»

0

Sorrento. «Indicherò casi piccanti. E con una sorta di dossier fotografico». L’annuncio a sorpresa è arrivato nella mattinata di ieri con il consigliere comunale di opposizione Rosario Fiorentino nuovamente sugli scudi. Stavolta la battaglia politica si consuma sull’abusivismo edilizio. Un argomento a dir poco delicato, molto «sentito» anche in penisola sorrentina. E così il leader della minoranza del gruppo «Insieme per Sorrento», in una nota trasmessa ieri agli operatori dell’informazione, preannuncia di essere pronto a svelare in aula situazioni sospette su abusivismo e pratiche di condono edilizio, direttamente in consiglio comunale. Non finisce qui. Perché Rosario Fiorentino va anche a richiamare la direttiva emanata nel 2010 dal procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, Raffaele Marino, che all’epoca intervenne definitivamente sull’acquisizione a patrimonio comunale delle strutture finite nel mirino dell’autorità giudiziaria con un documento di «orientamento» per carabinieri, polizia e vigili urbani. «L’immobile – scrisse il magistrato nella nota trasmessa alle forze dell’ordine – è da considerarsi acquisito a patrimonio comunale nelle ipotesi previste dal Dpr 380/01 allo scadere del termine previsto dalla norma (novanta giorni) senza che il responsabile dell’abuso abbia provveduto alla demolizione e al ripristino dello stato dei luoghi e senza bisogno dell’emissione di un provvedimento formale di acquisizione ». Ed è qui che Fiorentino vuole vederci chiaro. Al più presto. Intende ricevere risposte incisive e non è disposto ad aspettare troppo. «Dopo tre lunghi anni e 9 mesi cosa è rimasta della direttiva emanata dal procuratore Raffaele Marino? Qual è lo stato di attuazione e applicazione a Sorrento e in penisola sorrentina? Noi sappiamo che intorno ai condoni edilizi e agli abusi si sono costruite fortune economiche e politiche. Come mai gli abbattimenti non vengono effettuati? Come mai nessuno risponde di omissione di atti d’ufficio? Tra breve in consiglio comunale a Sorrento se ne parlerà indicando alcuni fatti e circostanze piccanti su taluni condoni edilizi e abusivismo. Con servizi fotografici e altro. Cosa dice l’ufficio tecnico comunale? Si poteva fare di più nella lotta all’abusivismo edilizio?». Interrogativi pressanti quelli di Fiorentino che quindi non molla la presa sull’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo. Insomma, si prospetta una seduta infuocata di consiglio comunale. E a poche settimane di distanza dalla riunione in cui proprio il consigliere comunale di minoranza sollevò ombre sulla presunta «scomparsa» di alcune pratiche di condono edilizio. Questione su cui ci fu un durissimo scambio di accuse fra maggioranza e opposizione. (Salvatore Dare – Metropolis)