LAZIO CRISI TOTALE -PETKOVIC TREMA – KUCKA E GILA AFFONDANO I BIANCOCELESTI

0

 

                                                  Lazio è crisi totale 

 

Il tecnico della Lazio: «Mi assumo tutte le colpe, non posso certo rimproverare nulla alla squadra»

 Miki De lucia per Positanonews

L’esultanza di Gilardino dopo il 2-0. Ap
                                            L’esultanza di Gilardino dopo il 2-0. Ap

Gasperini è stato sempre un ottimo allenatore,persona umile e stimata da tutti.Oggi il suo Genoa, grazie alla sua cura ha cambiato faccia.I rossoblu sono piu’ determinati e sicuri, vanno ion campo con la giusta mentalita’ senza aver paura degli avversari.Con il  nuovo-vecchio allenatore i rossoblù non sbagliano più un colpo (dieci punti in cinque partite). Passano anche all’Olimpico, nonostante le numerose assenze, con una vittoria chirurgica. Nel primo tempo fanno sfogare la Lazio, concedendole però solo il minimo indispensabile. Poi nella ripresa mettono le mani sulla partita e la portano a casa con l’uno-due di Kucka e Gilardino. Torna invece in piena crisi la Lazio. Che per la prima volta in questo campionato cade in casa, dove finora aveva tenuto un rendimento da primi posti (quattro vittorie e un pareggio). Fatali per Petkovic le tante assenze (alla fine dà forfeit pure Hernanes per un problema muscolare), ma i biancocelesti pagano pure per la pochezza di idee e la fragilità difensiva.

Cavanda lotta contro Kucka. Ansa
Cavanda lotta contro Kucka. Ansa

PERIN SUPER — Eppure la Lazio non comincia male, anzi va vicina al gol nel primo tempo in almeno quattro occasioni. La prima è un colpo di testa di Klose su cross di Pereirinha, ma sulla zuccata del tedesco, Perin si fa trovare pronto e respinge. Nulla potrebbe, invece, il portiere genoano sulla successiva girata al volo sempre di Klose (lancio di Ledesma), ma la palla finisce fuori di pochissimo. Poi è la volta di Candreva che con due punizioni dal limite mette per due volte in difficoltà Perin (il portiere riesce comunque a respingere). L’esterno biancoceleste reclama pure un rigore (che in effetti ci sta) per una trattenuta ai suoi danni da parte di Biondini. Sul finale di tempo si fa vedere pure il Genoa con un colpo di testa di Gilardino (di poco alto) su traversone di Marchese.

Kucka dopo l’1-0. Afp
Kucka dopo l’1-0. Afp

IL JOLLY FETFATZIDIS— È un’avvisaglia, quella dei liguri, di quanto avverrà all’inizio della ripresa. Con l’ingresso di Fetfatzidis al posto di Marchese il troppo abbottonato 3-5-1-1 diventa un effettivo e più pesante 3-5-2. È proprio l’intraprendenza del nuovo entrato a cambiare l’inerzia della gara. È lui che, dopo averla ottimamente lavorata, serve a Kucka la palla dell’1-0 (male Cavanda in chiusura sul ceco). La Lazio prova a reagire, Petkovic inserisce Ederson e Perea (al posto di Anderson e Gonzalez) per cercare di ridestare la squadra, ma a parte qualche mischia su calcio d’angolo (un colpo di testa di Radu finisce di poco alto) la Lazio non combina nulla. Il Genoa invece aspetta e poi colpisce per il raddoppio. Che arriva dagli undici metri (penalty decretato per il contatto Ciani-Antoneli): la trasformazione è di Gilardino.

Il rigore di Gilardino per il 2-0. Ansa
Il rigore di Gilardino per il 2-0. Ansa

CINQUE SU CINQUE— Partita virtualmente chiusa. La Lazio prova a riaprirla più con la forza dei nervi che con le idee. Gasperini si copre le spalle con gli ingressi di De Maio e Konate (per Kucka e Gilardino), Petko butta dentro pure Keita (per Ledesma) per dare maggiore peso alla manovra offensiva. Ma a parte un tentativo di Klose che potrebbe sfruttare meglio di testa un cross di Pereirinha (Perin blocca), la squadra di casa produce solo mischie in area che non mettono mai in seria apprensione la difesa genoana. Per il Genoa arriva così senza problemi il quinto successo negli ultimi cinque confronti con la Lazio in campionato.

fonte:gazzetta.it

 

Calcio Napoli

Renica: questo Napoli andra’ lontano

E-mailStampaPDF
Alessandro Renica ha vestito la maglia azzurra dal 1985 al 1991, collezionando 136 presenze e 10 gol. Il suo nome, come quello dei suoi compagni di squadra, ai tifosi del Napoli, rievocano dolci ricordi, risalenti all’epoca d’oro di Diego Armando Maradona e di tutti i trofei vinti.Libero del Napoli degli anni dello scudetto in un intervista al mattino parla del suo passato e del Napoli…

Leggi tutto…

Tutti in ansia per Mesto.Oggi a Villa Stuart per risonanza

E-mailStampaPDF
Tutti in ansia per Giandomenico Mesto che oggi a Roma sarà sottoposto  a una risonanza magnetica per conoscere l’entità della distorsione al ginocchio destro che si è procurato ieri nei primi minuti della sfida del Napoli contro il Catania. L’esterno azzurro sarà visitato a Villa Stuart dal professor Mariani. Solo dall’esito delle analisi si saprà se Mesto potrà seguire un…


Napoli.Anche il Liverpool su Pastore

E-mailStampaPDF

 

Se l’interesse de Napoli per Javier Pastore del Psg.è vero,De Laurentiis dovra’ affrontare la concorrenza del Liverpool che sembra davvero intenzionato  portare a termine l’operazione e pronto a sborsare 31 milioni di sterline per l’ex talento del Palermo

Numeri da record per il Napoli

E-mailStampaPDF

 

Questa settimana è molto importante per il Napoli. Mercoledì arrivera’ il Marsiglia al San Paolo in Champions League, domenica lo scontro diretto a Torino contro la Juventus, una sfida scudetto. Numeri da record quelli degli azzurri: il Napoli di Rafa ha avuto la partenza migliore nelle prime undici giornate di tutti i tempi. Nove vittorie, un pareggio e un solo ko contro la Roma.