L´Angolo della Satira di Positanonews.it Datagate.

0

 L’Angolo della satira di Positanonews.it , il giornale dalla Costiera amalfitana e penisola sorrentina . La vignetta del giorno: Datagate.

BERLINO. «Lo spionaggio è un reato e chi lo pratica deve risponderne davanti alla giustizia»: sono le dure parole pronunciate dal Ministro dell’Interno tedesco, Hans-Peter Friedrich, riferendosi allo scandolo cosiddetto “Datagate”. Ma è tutta la stampa tedesca che riporta una forte irritazione della classe dirigente tedesca in merito al Datagate e in particolare alle intercettazioni subite della Cancelliera Angela Merkel, per le quali il presidente statunitense  Barack Obama – sempre secondo quanto dichiarato dal ministro ad un quotidiano tedesco – sapeva tutto dal 2010.  Rincara la dose il Ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle, che secondo quanto riporta dal quotidiano online Spiegel ha riferito: «Lo spionaggio tra amici e partner è altamente dannoso politicamente -. Westerwelle ha poi spiegato : «rischia di minare i legami che ci tengono insieme e di cui abbiamo bisogno più che mai per la progettazione congiunta del futuro nel mondo globalizzato del XXI secolo».  Se ‘Le Monde’ ha rivelato che in un solo mese la National Security Agency americana ha ‘tracciato’ oltre 70 milioni di comunicazioni in Francia, in Italia gli 007 Usa hanno fatto quasi altrettanto. Secondo i dati del sito web Usa ‘Cryptome’, antesignano di Wikileaks, in un mese a partire dal 10 dicembre 2012 all’8 gennaio 2013 – lo stesso periodo preso in esame per la Francia – sono stati raccolti e controllati 46 milioni di cosiddetti ‘metadati’ telefonici (numero di telefono chiamato, identità del ricevente e del chiamante, durata della telefonata).Una cosa però è certa. I numeri sono enormi e per questo inquetanti. Pare che per un decennio la Nsa abbia lavorato per ottenere accessi segreti ai database delle comunicazioni che avvengono via Internet e raccogliere masse enormi di «metadati» sulle conversazioni telefoniche e gli scambi di mail (i metadati sono informazioni di base come mittente, destinatario, orario). Pare che la Nsa possieda l’accesso riservato ai server di società come Google, Facebook, Apple, Yahoo ed è in grado di attingere a informazioni contenute sui principali smartphone: iPhone, Blackberry e quelli con il sistema Android. Un inquetante futuristico nuovo Orwell? Se tutto questo fosse provato. Potremmo ancora definirci liberi cittadini in un sistema democratico? Chissà.

Saluti da Positanonews.it