Bacoli. Stufe di Nerone. Omaggio al poeta Michele Sovente.

0

 

Articolo di Maurizio Vitiello – Sabato 19 e domenica 20 ottobre 2013, si è tenuta alle Terme Stufe di Nerone a Bacoli, l’edizione 2013 di “Libri di Mare, libri di Terra – Omaggio a Michele Sovente”.

 

 

L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione “Il Diario del Viaggiatore”.

“Masticando parole” è il messaggio dell’edizione tratto da versi di Sovente (“sono andato tante volte/ vicino a steccati di ruggine/ masticando parole!”).
Michele Sovente leggeva la sua terra e il disagio del mondo.

Tra i maggiori maggiori poeti contemporanei neodialettali si esprimeva in tre lingue: italiano, latino e dialetto cappellese.

ato e vissuto a Cappella,frazione del comune di Monte di Procida, in provincia di Napoli, nella zona dei Campi Flegrei, ha insegnato Antropologia Culturale all’Accademia di Belle Arti di Napoli e ha collaborato con Il Mattino per “Controluce”.
Ha pubblicato: L’uomo al naturale (Vallecchi, 1978), Contropar(ab)ola (ivi, 1981), Per specula aenigmatis (Garzanti, 1990).

Dal volume è stato tratto per Radiotre, nel 1990, il radiodramma ‘In corpore antiquo’, regia di Giuseppe Rocca), Cumae (Marsilio, 1998, Premio Viareggio). Nel 2001 la giuria del Premio Elsa Morante / Comune di Bacoli, presieduta da Dacia Maraini, gli ha assegnato un riconoscimento speciale.
Suoi versi e contributi sono stati pubblicati su «Alfabeta», «Poesia», «Linea d’ombra», «Paragone», «Nuovi argomenti», «Corriere della Sera».

Nel 2008 riceve il Premio leopardiano “La Ginestra”.

Significativa l’amicizia con il pittore Guglielmo Longobardo.

Sabato 19 ottobre alle 10,30, alle Terme Stufe di Nerone (Via Stufe di Nerone 45, Bacoli, nei pressi del lago Lucrino), “Masticando parole. Le Arti ricordano l’impegno del poeta” è stata un’occasione per assistere alla proiezione del video di Claudio Correale: “Quanto blu!”; ha fatto seguito Mimmo Grasso in “I versi del territorio e il territorio dei versi-analisi delle ragioni poetiche di Michele Sovente”; Giovanna Cassese, dell’Accademia delle Belle arti: “Rapporto arte-poesia”. Performance musicale di Davide Carnevale su testi di Michele Sovente; “’U tubbo r’ eternit e ’u cacatremmulo r’ ’u trummettiere”: monologo di Gaetano Basile su testo di Franco Lillini.
La mostra, allestita all’interno della sala è curata da Antonio Ciraci e Il Laboratorio under G.

L’esposizione fotografica di immagini dei Campi Flegrei è stata curata da Michele Costigliola, Nunzia Marlino, Antonio Mazzella, Antonio Nestore Sabatano, Marina Sgamato.
Domenica 20 ottobre, invece, alle 11.00 alla Piscina Mirabilis (Bacoli ), ”Tracce di Miti” visita-spettacolo Teatrale Musicale di e con Mario Brancaccio (voce narrante), con Patrizia Spinosi (voce e percussioni) e Michele Bonè (musiche). Tre artisti della scuola del Maestro Roberto De Simone in un affascinante percorso archeologico nella Piscina Mirabilis.

Alle 17,00 si è ritornati alle Terme Stufe di Nerone “Premio Sovente II edizione” dove è stato presentato il video di Costantino Sgamato a casa di Sovente con interventi di Ernesto Salemme, Angela Schiavone, Antonio Nestore Sabatano, e Marco Sovente.

Presentata la giuria del Premio: Mariano Baino, Ester Basile, Ciro Biondi, Cinzia Caputo, Ettore de Lorenzo, Giuseppe di Costanzo, Davide D’Urso, Francesco Escalona, Aldo Ferraris, Elisabetta Froncillo, Bruno Galluccio, Matilde Iaccarino, Riccardo Imperiali, Wanda Marasco. Presidente: Elio Pecora.
E’ seguita la lettura dei testi vincitori relativi alle tre sezioni del premio: poesia, prosa, giornalismo; poi, proclamazione dei vincitori e consegna dei premi.

I testi saranno pubblicati dalla casa editrice Valtrend, in un volumetto, “I quaderni di Sovente”, raccolta dei testi che hanno partecipato alla prima e alla seconda edizione del Premio.

 

Maurizio Vitiello