Ultra Trail del Lago d´ Orta la Costiera amalfitana c´è.. Fabio Fusco di Positano 11esimo all´importante manifestazione

0

Ultra Trail del Lago d’ Orta la Costiera amalfitana c’è.. Fabio Fusco di Positano 11esimo all’importante manifestazione, eccola come ce la racconta:  Ultra Trail del Lago D’Orta 80 km con partenza-arrivo a Pogno. Adrenalina, emozione, tanta felicita’ ed entusiasmo !!!!! La bellezza di questi posti che correndo ho fotografato con la mente non la dimenticherò mai …. dopo la partenza alle 05:00 del mattino col frontale che illuminava le fettucce catarifrangenti, bellissimo, il nostro satellite naturale a farci compagnia e illuminarci, che dire… ad un certo punto arrivo su una delle vette e il panorama (Monte Rosa) ripaga lo sforzo e la fatica e giù di nuovo in quelle discese che io amo tanto… le faggete immense, sfiorare e toccare le foglie dai tanti colori dove il piede sprofondava e sembrava che corressi nelle piume!!! Lungo il percorso c’erano tanti funghi (chiodini-Porcini ecc.) che profumi …….. nel silenzio il suono dei ruscelli, quelle piccole fontanine naturali che davano acqua fresca e limpida… le persone che incitavano e applaudivano ai passaggi nei paesini. il silenzio rotto solo dal respiro ..ad un certo punto i crampi … ero solo… ok devo proseguire, il traguardo mi aspetta. Poi mentre assaporo il profumo dell’arrivo… Bam … la ciliegina sulla torta, una scalinata interminabile con una pendenza mostruosa. Siiii! Questo è il “mio Mondo” da quando ho scoperto il Trail, 4-5 anni orsono!!!!!!!! GRAZIE A TUTTI VOI. Organizzazione impeccabile, grazie soprattutto per aver condiviso e conosciuto nuove persone squisite…

Stephan Hugenschmidt ha vinto la gara sugli 80 km della 4^ edizione dell’Ultra Trail del Lago d’Orta. Il ventisettenne tedesco che abita sul Lago di Costanza ha dominato la gara imponendosi in 8h46’40″: se si pensa che un atleta del livello di Stefano Trisconi ha concluso in seconda posizione in 9h11’10″, ci si può rendere conto del valore dell’impresa di Stephan dal punto di vista atletico. Fin dalle prime battute Hugenschmidt ha imposto un ritmo ben presto divenuto insostenibile per gli altri atleti; Trisconi, dopo un inizio in sordina dovuto a qualche problema fisico, ha trovato un buon ritmo che gli ha permesso di recuperare posizioni. Al terzo posto si è piazzato il vincitore dell’edizione 2011 Giuliano Cavallo in 9h19’52″. Ricca di colpi di scena la prova femminile: ritiratasi Scilla Tonetti per una caduta, la gara è vissuta sul lungo assolo della svizzera Andrea Huser, che, chiudendo con il tempo di 10h46’52″, ha distanziato un’atleta di livello internazionale come Simona Morbelli di quasi un’ora. La Huser tra l’altro è stata vittima di una caduta che le ha causato la rottura del quinto dito della mano destra, ma questo, come detto, non le ha impedito di vincere. Al terzo posto si è piazzata la lombarda Marta Poretti, staccata di circa un’ora dalla Morbelli. Le altre gare della 4^ edizione dell’”Ultra Trail del Lago d’Orta” Anche la 55 km è stata caratterizzata da un clamoroso colpo di scena: Daniele Fornoni, fino a quel punto largamente in testa, ha sbagliato il percorso a pochi km dall’arrivo ed è, così, stato superato da Filippo Canetta che ha vinto in 5h39’46. Al terzo posto si è piazzato Michael Dola in 5h41’57″, un minuto esatto dopo Fornoni. In campo femminile la vittoria è andata come da pronostico a Giuliana Arrigoni, 7h11’05″ il suo tempo, davanti Carmela Vergura (7h17’27″) e a Miranda Kvist. La 22 km ha visto la vittoria, per terza volta, di Enzo Mersi (1h45’15″) davanti allo svizzero Ivan Betrisey (1h46’07″) e a Ivan Camurri (1h53’57″); in campo femminile ha vinto Cecilia Mora (2h13’31″) davanti alla tedesca Judith Trunschke (2h14’17″) e a Annalisa Diaferia (2h21’31″).