Vico Equense Michele Ferraro all´Avellino calcio

0

 Vico Equense – Un nuovo talento della penisola lascia la terra delle sirene per cercare fortuna nel calcio. Un giovane portiere vestirà il bianco verde dell’Avellino Calcio. Michele Ferraro, classe ’99, è passato alla società sportiva irpina. Ragazzo di Vico Equense cresciuto calcisticamente al Massaquano con la divisa sociale della scuola calcio diretta da Giovanni Ferraro, ha fatto la valigia ed ha sposato la nuova avventura. Un cambio totale di abitudini per Michele Ferraro. Scuola e gioco: tutto nella città irpina. Un’opportunità da non perdere per Ferraro che ha vuole spiccare il volo. Il giovane è stato seguito dal preparatore dei portieri della scuola calcio, Francesco De Simone. Con l’ex allenatore del Vico Equense è giunto sino alla categoria esordienti. Tutto fatto in casa. Campo di allenamento e scuola nella cittadina porta d’ingresso della penisola. Il primo salto per Ferraro è stato quello di Gragnano. Nella città della pasta, il giovane vicano si accasa alla Scuola Calcio Sant’Aniello. Passo dopo passo, allenamento dopo allenamento, l’estremo difensore vicano cresce, migliora, si affina. A lavorare quotidianamente con Ferraro c’è Alessandro Pacifico. L’ideatore della scuola per portieri «Numero 1» ed attuale preparatore dei pipelet del Vico Equense ne nota le qualità. A supervisionare la crescita del giovane costiero ci sono l’ex estremo difensore del Napoli, Gennaro Iezzo, e l’attuale portiere del Parma, Antonio Mirante. Nei Giovanissimi Regionali della squadra di Gragnano sino alla passata stagione si guadagna una chance con lo stage organizzato da Angelo D’Alessio, attuale preparatore dei portieri degli Allievi nazionali dell’Avellino Calcio. Le selezioni insieme a tanti altri ragazzi provenienti da tutta Italia ne mettono in risalto le qualità che spingono i responsabili del settore giovanile bianco verde a farlo firmare per l’Avellino. La sfida è stata lanciata. Per Ferraro c’è la possibilità di seguire le orme di Antonio Mirante che partì da Sorrento alla volta della Juventus per diventare una certezza del panorama calcistico nazionale. La famiglia del ragazzo, in tal senso, «ringrazia tutti coloro che hanno contribuito alla maturazione calcistica di Michele». (Fonte: Salvatore Dare da Metropolis)