Salerno. Truffa ad anziani, finto avvocato si porta via 7mila euro

0

Salerno. Lo schema è sempre lo stesso: prima la telefonata, poi la richiesta di denaro che si fa credere arrivi da parte di un parente prossimo in difficoltà, un figlio nella maggior parte dei casi, infine la fuga, col malloppo se la truffa riesce. Solo la vittima cambia. Il range di età che si va a colpire quasi mai. Questa volta a cadere nella trappola dei finti assicuratori e/o avvocati e/o dipendenti di finanziarie creditrici sono stati due vecchietti del centro storico, una coppia di ultraottantenni residenti in via Mercanti che ieri, di prima mattina, hanno ricevuto una chiamata a casa. Dall’altro capo del telefono un truffatore che si è abilmente spacciato per il loro figlio. Costui, con voce tranquilla, ha edotto i due anziani su come a breve sarebbe arrivato a bussare al loro campanello un avvocato che stava curando per lui una causa molto importante. Causa che, fortunatamente, l’uomo aveva vinto ma per riscuotere il denaro promesso dalla sentenza aveva bisogno di essere pagato. Insomma, un giro di soldi che già di per sé puzzava di losco ma che i due vecchietti hanno preso per buono fidandosi delle parole di quello che erano sicuri fosse suo figlio. I due anziani recuperano, attingendo dai risparmi custoditi evidentemente in casa, ben 7mila euro – questa la cifra richiesta dal truffatore a telefono – e attendono che qualcuno arrivi a bussare alla loro porta. Così come era stato loro annunciato. L’inganno non ci mette molto per compiersi: dopo meno di un’ora all’appartamento degli anziani bussa un uomo distinto, i due aprono e consegnano i 7mila euro in contanti nella mani del delinquente che, dopo averli ringraziati, va via. Poco dopo i due anziani decidono di telefonare al figlio per rassicurarlo sulla mansione correttamente svolta e la truffa si svela in tutta la sua drammaticità. Immediato l’allarme lanciato alle forze dell’ordine che, però, una volta giunte sul posto non hanno potuto far altro che raccogliere l’affranta testimonianza dei due anziani visto che dei truffatori, ovviamente, non era rimasta traccia. Quello avvenuto ieri in pieno giorno, al centro di Salerno, è solo l’ultimo, in ordine cronologico, degli episodi che hanno visto come vittime anziani imbrogliati nei loro affetti più cari. A loro il questore De Iesu non smette di raccomandare di usare prudenza con gli estranei e di non consegnare mai denaro nelle loro mani. (La Città)