Sorrento, escursioni in costiera amalfitana,denuncia degli info point per una Sita pigliatutto.

0

inserito da Salvatore Caccaviello

Riceviamo e pubblichiamo la nota, con servizio fotografico pervenutaci in redazione,  della coordinatrice degli info–point  della città  di Sorrento, Rosalia Maresca, circa uno spiacevole episodio verificatosi  la scorsa settimana presso la stazione. Che ancora una volta mette in evidenza  i numerosi disagi a cui vengono sottoposti i turisti ,costretti a fare delle lunghe file sotto il sole, dovuti alla scarsa organizzazione dei mezzi di trasporto, che collegano Sorrento con la Costiera  amalfitana. Disagi a cui talvolta, come dimostra la descrizione dell’episodio, aggirando le regole viene data immediatamente una soluzione. Una vicenda che  vedrebbe coinvolta un’azienda che per la sua serietà,fa parte da decenni della storia del nostro territorio, ma che senz’altro non fa onore al nome di Sorrento ed a quel buon turismo che tanti imprenditori ed addetti ai lavori con sacrificio quotidianamente tentano di praticare.(s.c.)

“La sottoscritta, Rosalia Maresca, presidente dell’associazione Sorrento
Siren, che coordina gli Info Point sulla città, in data 10 ottobre ha
assistito personalmente ad un episodio vergognoso per l’immagine della
citta’, indecoroso per il lavoro di assistenza al turista che le
Associate giornaliermente  fanno con tanto rispetto, sacrificio e
professionalità  e, soprattutto, distruttivo, sia dal punto di vista
lavorativo che di dignità, arrecato ai tassisti sorrentini, per cui,
nell’immediatezza ha denunciato subito alla Polizia Locale e reso noto
all’Amministrazione, nonché al Sindaco stesso. Ecco i fatti e le
relative foto. Una turista straniera arriva all’Info e chiede di
chiamare la Sita per “prenotare”un pullman Sita per escursione a
Positano perchè, come testimoniano le foto, gia era ormai lunghissima la
fila in attesa e le sue 40 pax non potevano attendere! Gli viene spiegato
alla turista che la Sita e’ un servizio pubblico e di linea e noi
degli Info potevamo solo aiutarla nel fornirle qualche numero di “rent a
car” oppure indirizzarla ai tassisti presenti sul posto. Ma la
turista, da sola, evidentemente informata al riguardo, corre al botteghino
della Sita, dove i dipendenti Sita devono solo ed esclusivamente vendere i
biglietti dell’Unico Campania e in tempi strettissimi, massimo 5minuti
arriva un pullman di linea Sita e, dopo che la signora versa in contanti
la bella cifra di euro 400,00 i suoi 40 turisti salgono e pronti per
l’escursione privata con autobus di linea e autista Sita?!! Parte dopo
aver ricevuto una effimera ricevuta da parte del bigliettaio Sita nonché
la turista lascia anche i suoi dati per ricevere fattura!?! Il tutto sotto
gli occhi dei tassisti che impotenti si vedono tolto il lavoro da sotto
agli occhi senza nessun titolo, alla faccia dei trecento turisti in fila
da ore in attesa di un Pullman per Positano che incredibilmente e
giustamente assalgono l’info per avere delle spiegazioni, quando
spiegazioni non ce ne sono!?! Vogliamo chiarezza affinché non succedano
più questi episodi vergognosi! Rosalia Maresca”.