Sorrento. Tasso, per i docenti sosta gratis nel cortile. Esposto all’Arma: «Stop favori, paghino»

0

Sorrento. «Ci viene segnalato da numerosi cittadini la situazione di totale caos che si verifica ogni giorno all’interno del cortile della scuola Torquato Tasso di via Marziale in Sorrento». Comincia così la lunga lettera-denuncia messa a punto dal movimento civico «Conta anche tu», inviata al sindaco Giuseppe Cuomo, all’assessore alla mobilità Giuseppe Stinga, al dirigente del primo dipartimento Antonino Giammarino e anche alla stazione dei carabinieri di Sorrento. L’attacco del coordinatore dell’associazione, Francesco Gargiulo, è chiaro. E riguarda la sosta di vetture nel cortile d’ingresso del plesso scolastico con un contrassegno comunale che permette la sosta gratis al corpo docente. Numerose segnalazioni sono giunte al movimento sulle condizioni in cui versa l’intera area «che è di proprietà comunale, quindi pubblica» – si legge nella missiva – al cui interno «sono parcheggiate centinaia di auto, molte delle quali espongono un contrassegno di autorizzazione alla sosta rilasciata dal dirigente del primo dipartimento, alcuni addirittura con più targhe e quindi per più veicoli». L’associazione va all’attacco: «Da nessun contratto di lavoro si evince che il datore di lavoro, in questo caso l’ente pubblico, è tenuto ad assicurare ai propri dipendenti la sosta dei veicoli privati – continua la lettera del movimento civico – I vigili urbani hanno dovuto rinunciare alla sosta dei veicoli personali all’interno del cortile del comando. I dipendenti del Comune hanno stipulato regolare abbonamento presso il parcheggio Achille Lauro mentre le insegnanti della scuola Angelina Lauro hanno avuto posti auto a pagamento a via Capasso». Esempi in cui «tutti i cittadini hanno quotidianamente il problema della sosta». Per quanto esposto, l’associazione chiede «che venga ripristinata la piena legalità e venga eliminata questa disparità di trattamento tra dipendenti pubblici e tra gli stessi e tutti i cittadini, per venire incontro agli insegnanti e a quanti a vario titolo parcheggiano attualmente nel cortile della Torquato Tasso, sarebbe opportuno istituire dei posti auto a titolo oneroso e con i proventi acquistare materiale didattico per la scuola stessa». Gargiulo avvisa: «Trascorsi 15 giorni dalla ricezione della lettera, se nessun provvedimento sarà messo in essere saremo costretti a denunciare tale disparità di trattamento all’autorità giudiziaria». (Metropolis)

Lascia una risposta