Sorrento. Lavori pubblici, il dirigente si sdoppia. Alfonso Donadio guiderà il settore fino a dicembre

0

Sorrento. Una decisione già nell’aria da qualche settimana e che ora è pure ufficiale perché il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha firmato l’ordinanza con cui ha «promosso» Alfonso Donadio come nuovo dirigente del terzo dipartimento. Quello dei lavori pubblici, settore nevralgico per un ente municipale. Il decreto di nomina è stato firmato nel corso delle ultime ore e va a chiudere almeno per il momento l’intricata querelle per la sostituzione di Guido Imperato, ormai ex ingegnere capo del Comune di Sorrento che è andato in pensione nei giorni scorsi. Bisognava sostituirlo al meglio senza però prevedere scossoni clamorosi e in tal senso è arrivata la scelta dell’amministrazione comunale. Una scelta però «ad interim», a tempo, perché l’ok – se da una parte è immediato tant’è che Donadio ha già assunto la guida del comparto municipale – riguarda solo gli ultimi tre mesi dell’anno. Fino al 31 dicembre prossimo, dunque, Donadio – già responsabile del quarto dipartimento dell’ente municipale di piazza Sant’Antonino e che si occupa di gare, manutenzioni, condono, edilizia privata, prevenzione e sicurezza – sarà il funzionario con «doppio ruolo» nella pianta organica del Comune di Sorrento. Il contratto dell’ingegnere, in ogni caso, scade proprio il prossimo 31 dicembre e finora non è emersa alcun tipo di novità per l’eventuale rinnovo. Si tratta di un aspetto a dir poco essenziale. E su cui la maggioranza sta riflettendo molto. Particolare che dovrà essere focalizzato al meglio al più presto. Perché c’è da tenere in debita considerazione anche la futura direzione dell’ufficio tecnico. Dal primo gennaio, con l’ingegnere Donadio ancora senza un contratto effettivo per il 2014, si rischia pure la paralisi e per un’amministrazione comunale non è di certo un problema di secondo piano. Il neo dirigente del terzo dipartimento, comunque, già nei mesi scorsi ha ottenuti incarichi importanti, di un certo spessore, in cui ha rimpiazzato l’ex capo dell’Utc, Imperato. Due, in particolare, i progetti affidati alle sue cure: quello per il recupero strutturale della scuola Vittorio Veneto (attualmente sono in corso i lavori di ristrutturazione del plesso) e quello per l’eventuale realizzazione del percorso pedonale meccanizzato fra l’area di sosta comunale Achille Lauro di via Correale e il porto di Marina Piccola con ascensori e tappeti mobili. Donadio è in entrambi i casi il Rup, il responsabile unico del procedimento. Mica roba da poco. Al posto di Imperato è praticamente sicuro che non sbarcherà l’ingegnere Graziano Maresca, attualmente capo dell’ufficio tecnico del Comune di Piano di Sorrento. Il suo nome fu già accostato all’amministrazione del sindaco Giuseppe Cuomo alcuni mesi fa. Ma nessuno confermò i rumors che davano pronto l’ingegnere ad approdare a Sorrento. Che dal suo canto smentì le indiscrezioni e le voci di corridoio. «Sono l’ingegnere capo dell’Utc di Piano di Sorrento, punto» evidenziò in un’occasione il diretto interessato, Maresca. Per sostituire Guido Imperato, la giunta municipale aveva pensato di ridistribuire le mansioni agli altri impiegati dell’Utc. Almeno fino a quando non ci sarà una decisione definitiva sul «coordinatore» dell’ufficio. Qualcuno, addirittura, lanciò anche l’idea di ingaggiare un legale che potesse seguire gli altri collaboratori impiegati nel settore. Idea, però, che non ha raccolto adesioni. Eppure, la nomina per Donadio a dirigente ad interim del settore del Comune di Sorrento guidato in precedenza da Imperato fa pensare che in fondo forse la decisione sia già stata presa. Ovvero rinnovare l’accordo con il tecnico anche per il 2014 e affidargli le cure dell’ufficio tecnico comunale. (Salvatore Dare – Metropolis)