Salernitana si fa rimontare dall´Ascoli 1 -1 con tanti rimpianti

0

Salernitana al Del Duca di Ascoli per battere la crisi e salvare la panchina di Sanderra che cambia mezza squadra per evitare l’esonero. Ginestra, Montervino, Siniscalchi, Iannarilli e Piva esclusi dall’undici titolare. In campo si rivede Foggia che con Gustavo và ad agire alle spalle di Guazzo. Perpetuini a centrocampo, in difesa Rizzi e Tuia a fianco di Molinari (con la fascia di capitano) e Luciani mentre tra i pali esordio di Berardi.

 

L’Ascoli di mister Pergolizzi risponde con l’undici titolare con i due ex a centrocampo Manolo Pestrin e Falzerano. In avanti il pericoloso bomber Tripoli in coppia con il rapido Scicchitano. Circa un migliaio i tifosi ascolani presenti che ricordano in curva il 25esimo anniversario della morte del tifoso Nazareno Filippini vittima degli scontri di un’ Ascoli – Inter dell’88. Solo 200 i tifosi giunti da Salerno che mediante striscioni mostrano il proprio disappunto verso il momento negativo della squadra e della società.

Pronti via e Salernitana subito in avanti con Foggia che smista per Volpe che di esterno sinistro fa la barba al palo. Granata che sembrano subito aggressivi e ancora Volpe tenta dalla distanza con poca fortuna. Bianconeri nervosi e dopo 5 minuti il primo giallo per Di Gennaro per fallaccio su Rizzi. Al 10’ granata vicini al gol: Foggia innesca Rizzi sull’out sinistro, progressione del terzino che crossa basso al centro per Guazzo la cui girata è debole ed è facile preda di Russo. Tenta la risposta l’ Ascoli con l’ex Falzerano ma nulla di fatto. Salernitana che appare in palla e più veloce rispetto a quella vista con L’Aquila. Al 17’ granata in vantaggio: punizione dalla sinistra di Foggia colpo di testa di Perpetuini in area piccola e palla che rimpalla su Guazzo e termina in rete. Vantaggio meritato per gli uomini di Sanderra.

Ascoli che tenta la reazione conquistando due punizioni dal limite senza creare pericoli per Berardi, ma troppo lunga la formazione bianconera che rischia le ripartenze granata di Gustavo e Foggia. Alla mezz’ora bella conclusione di sinistro di Volpe e palla che sfiora il sette della porta marchigiana. Al 32’ ennesimo cartellino giallo per Guazzo che commette fallo su Capece. Al 37’ bella triangolazione Foggia-Guazzo-Volpe con quest’ultimo che viene rimpallato da Schiavino. Dopo un minuto ancora una buona azione granata con Guazzo in versione assist-man palla indietro all’accorrente Perpetuini che spara alto.

Al 43’ ancora Rizzi per Guazzo che dal centro dell’ area stoppa bene ma calcia sul primo palo addosso al portiere Russo; Al 45’ Guazzo dalla distanza spalle alla porta stoppa di petto, palleggia con il destro e calcia in voilè, palla di poco alta. Al 46’ termina il primo tempo con i granata meritatamente in vantaggio e che in tre occasioni avrebbero potuto raddoppiare.

La ripresa inizia con Sanderra che lascia invariato l’undici di partenza, ma dopo due minuti si infortunano sia Molinari che lascia il campo in favore di Siniscalchi sia Esposito che viene rilevato da Capua. Fascia di capitano affidata a Pasquale Foggia. Tatticamente cambia poco con i granata che sembrano anche più veloci nel giro palla a centrocampo. Pergolizzi si gioca la carta Randall al posto di Colomba a centrocampo ma è la Salernitana a fare la partita.

Nell’ Ascoli è Falzerano l’ex granata il più pericoloso, al 17’ si conquista una punizione con ammonizione per Luciani, dal calcio piazzato cross pennellato per Di Gennaro che di testa manda di poco fuori con Berardi in ritardo. Al 20’ incursione del velocissimo Tripoli, tiro cross e Berardi si distende a terra salvando la porta.

Dopo due minuti pareggio ascolano: cross dalla sinistra di Falzerano, sponda di Vegnaduzzo che smarca a centro area Tripoli lasciato colpevolmente solo dai centrali granata e l’attaccante di destro batte Berardi.

Al 27’ Guazzo sfugge sulla sinistra e solo davanti a Russo spara incredibilmente alto dal limite dell’area, tra la rabbia di Lotito in tribuna e Sanderra in panchina che dopo 30 secondi lo sostituisce con Ginestra. Nonostante la verve del cobra la Salernitana appare un po’ sulle gambe con l’Ascoli più intraprendente in contropiede. Al 36’ Tripoli sfugge sulla sinistra a Perpetuini ma la difesa recupera in corner. Salernitana nervosa che non riesce più a imbastire azioni pericolose. L’unica con Ginestra al 45’ che tira debolmente a centro area tra le braccia di Russo. Dopo 5 minuti di recupero termina con il risultato di 1-1 e con il rammarico per i granata di aver sprecato una grande occasione. Pensieroso Sanderra.

La cronaca minuto x minuto

1° Tempo

2’ – Ottima progressione di Foggia palla a Volpe che tenta di esterno sinistro, palla fuori;

4’ – Ancora un tiro di Volpe, palla alta;

5’ – Fallo di Di Gennaro su Rizzi, ammonito il marchigiano;

-9’ – Azione di Foggia che innesca Rizzi sulla sinistra cross basso e Guazzo dall’ altezza del dischetto tira debolmente tra le braccia di Russo;

10’ – Si vede l’ ex Falzerano che lavora un buon pallone sul vertice sinistro ma spara alto;

15’ – Possesso palla dei granata che con palla a terra fanno prevalere la superiorità tecnica;

16’ – Palla tagliata in area dalla sinistra di Foggia, il portiere sventa l’intervento di Guazzo;

17’ – Ammonito Schiavino per entrata scomposta su Guazzo;

18’ – Granata in vantaggio con una deviazione fortuita di Guazzo dopo un cross di Foggia da punizione toccato di testa da Perpetuini e rimpallato dal principe in rete;

22’ – Tenta Bianchi su punizione e Berardi si distende sulla sinistra bloccando a terra senza problemi;

30’- Bella incursione di Tripoli che con Falzerano tentano di dare apprensione alla difesa granata;

31’- Tiro dai 25 mt di Volpe palla che sfiora il sette sinistro della porta marchigiana, dopo un minuto fallo aereo di Guazzo che viene ammonito;

37’ – Inserimento ancora di Volpe dopo triangolo con Guazzo, palla debole rimpallata da Schiavino;

38’ – Ancora Guazzo in versione assist-man, palla sulla sinistra indietro per Perpetuini che calcia alto;

43’ – Rizzi per Guazzo che dal centro dell’ area stoppa bene ma calcia sul primo palo addosso al portiere Russo;

46’ – Termina il primo tempo con un’ ottima Salernitana in vantaggio meritatamente;

2° Tempo

2’ – Salernitana che parte in attacco con l’undici di partenza invariato rispetto il primo tempo;

4’ – Doppio infortunio per i granata, infortunati Molinari ed Esposito, al loro posto Siniscalchi e Capua, fascia di capitano a Foggia;

5’ – Ammonito Bianchi per fallo su Foggia;

10- Sponda di Guazzo per Perpetuini, ottimo destro palla fuori;

12- Pergolizzi tenta la carta Randall al posto di Colomba, figlio dell’ ex mister granata;

17’ – Ammonito Luciani per fallo su Falzerano, punizione dell’ ex granata dal vertice sinistro e Di Gennaro di testa sfiora il pari per l’Ascoli;

20’ – Incursione di Tripoli sulla sinistra tiro cross bloccato a terra da Berardi;

21’ – Tiro bomba di Pestrin, palla a lato alla destra di Berardi;

23’ – Pareggio ascolano con Tripoli che viene lasciato solo a centro area dopo una sponda di Vegnaduzzo;

27’ – Guazzo sulla sinistra sfugge a Bianchi e solo dinanzi a Russo spara incredibilmente fuori, Sanderra lo sostituisce con Ginestra che appare subito voglioso con un tiro dai 30 mt;

36’ – Contropiede ascolano con Tripoli che scatta sulla sinistra e viene chiuso in corner;

42’ – Salernitana nervosa che non riesce più a costruire azioni gol, Ascoli che si difende bene e riparte;

49’ – Dopo 5 minuti di recupero termina 1-1 con la Salernitana che recrimina per le occasioni sprecate.

ASCOLI – SALERNITANA 1-1

ASCOLI: Russo, Di Gennaro, Giacomini, Capece, Bianchi, Schiavino, Falzerano, Pestrin, Scicchitano, Colomba, Tripoli.
A disp. Pazzagli, Iotti, Scognamillo, Gandelli, Storani, Randall, Vegnaduzzo.
All. Pergolizzi

SALERNITANA: Berardi, Luciani, Rizzi, Perpetuini, Tuia, Molinari, Gustavo, Esposito, Guazzo, Foggia, Volpe.
A disp.: Iannarilli, Siniscalchi, Montervino, Piva, Capua, Mendicino, Ginestra.
All. Sanderra

RETI 18′ pt Guazzo, 23′ st Tripoli

AMMONITI: Di Gennaro (A), Schiavino (A) per gioco falloso, Guazzo (S) per gioco pericoloso.

NOTE: terreno in pessime condizioni; ANGOLI: 2-3