Schianto col furgone della Folgore: 2 parà morti e 4 feriti, uno è napoletano

0

Due paracadutisti della Folgore sono morti stamani sull’Aurelia tra Pisa e Livorno, all’altezza della base americana di Camp Darby, nello scontro frontale tra il loro mezzo e un autoarticolato che procedeva in senso opposto. I due militari, in servizio presso il Capar, centro di addestramento dei paracadutisti, viaggiavano verso Pisa e stavano probabilmente rientrando da un’esercitazione. La dinamica dell’ incidente è al vaglio dei carabinieri. L’impatto è stato molto violento: i due paracadutisti sono morti sul colpo. Le due vittime sono Giuseppe Ricci, originario della Puglia, e Fabio Grandene, 18 anni, di Milano. Sono quattro i militari feriti nell’incidente stradale costato la vita stamani a due parà della Folgore. Tra i militari feriti, una ventunenne di Foggia, Maria Jacovelli, versa in gravissime condizioni. Meno preoccupanti invece le condizioni di altri tre soldati rimasti feriti nello scontro frontale tra il furgone della Folgore e un tir che viaggiava in direzione opposta: si tratta di Luca Leone, 22 anni di Volla, e di Roberta Di Nuccio, 21 anni, residente a Pisa presso la caserma del Capar, il Centro di addestramento dei paracadutisti della Folgore, e Daniele Ambrosini, 42 anni di Massa. Praticamente illeso invece il conducente dell’autoarticolato. Appena appresa la notizia il generale Claudio Graziano, capo di Stato maggiore dell’Esercito ha espresso «il più profondo cordoglio a nome suo personale e della forza armata alle famiglie delle vittime e l’augurio di pronta guarigione ai militari feriti».

IL MATTINO.IT