Trafficanti di animali esotici spezzano le ali al pappagallo per non farlo volare

0

 

AFRAGOLA – Il traffico degli animali esotici. Tre pappagalli, dei dieci rubati in provincia di Macerata lo scorso quattro ottobre, sono stati ritrovati ad Afragola, in pessime condizioni fisiche. All’ esemplare più costoso, un variopinto Ara Macao, – costo sul mercato circa tremila euro – erano state spezzate le ali per non farlo volare via, mentre ad uno dei due Cacatoua, era stato addirittura asportato il becco, perché troppo aggressivo con quegli estranei. I volati, recuperati dai carabinieri della caserma di Afragola, sono stati affidati al personale medico – veterinario dell’Asl Na2 nord. I militari hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione e maltrattamento di animali, Mario Capone, 42 anni, fratello del boss del clan Magliulo, ucciso una ventina di anni fa a Capaccio scalo, sotto gli occhi della figlia di appena sei anni e altri due pregiudicati che probabilmente stavano trattando l’acquisto dei volatili.

DI MARCO DI CATERINO IL MATTIINO .IT

Lascia una risposta